A Venezia l' Assunta e San Rocco si celebrano tra arte e liturgia

Un dettaglio della Madonna di Torcello
Foto: pd
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Festa grande a Venezia per l’ Assunta.  A Torcello sarà  il Patriarca di Venezia Francesco Moraglia a presiedere il solenne Pontificale dell’Assunta che avrà luogo nel pomeriggio di martedì 15 agosto all’interno della splendida e antichissima basilica dell’isola di Torcello, intitolata appunto a Maria Assunta.

La suggestiva isola veneziana, celebra ogni anno e con particolare solennità la festa dell’Assunta. Si inizia alle 10.30 con la messa nella vicina chiesa rettoriale di S. Fosca, poi alle 14.45 partirà un percorso iconografico mariano tra museo e basilica - denominato “L’Assunta e Torcello” - guidato da Marco Molin e realizzato in collaborazione tra S. Servolo Servizi e Patriarcato di Venezia; alle 16.00, nella basilica di S. Maria Assunta, ci sarà un momento di saluto ed un abreve catechesi a partire dagli splendidi mosaici torcellani a cura di mons. Antonio Senno e Marco Molin mentre poi, a seguire (intorno alle 16.30), si terrà un concerto di musica sacra eseguito dall’Orchestra “L’Offerta Musicale di Venezia” e dal Coro “Ad Parnassum” di Londra, con la direzione del M° Riccardo Parravicini e con Claudi Arimany al flauto solista (il concerto, a cui sarà già presente il Patriarca, prevede un trittico polifonico dedicato alla Madonna - di Despretz, de Victoria e Soriano - e poi musiche di Carl Philipp Emmanuel Bach ed altre tratte dal Messiah di Haendel);

Infine alle18.15, sempre nella basilica di Torcello, sarà celebrata la S. Messa solenne presieduta dal Patriarca Francesco e animata dal canto del coro parrocchiale di Treporti.

Mercoledì 16 agosto poi celebrazioni per  la festa di San Rocco che, nella città di Venezia, è particolarmente sentita e promossa dall’omonima Scuola Grande e Arciconfraternita. Il momento culminante della festa è previsto alle ore 18.00, nella chiesa intitolata appunto a S. Rocco, con la S. Messa solenne che verrà presieduta in tale occasione dal card. Giovanni Lajolo, Presidente emerito del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, e animata da Coro e Soli “Venice Monteverdi Academy” / Ensemble Orchestra Lorenzo Da Ponte, su strumenti d’epoca, diretti da Roberto Zarpellon; al termine della celebrazione avrà poi luogo la consegna del “Premio San Rocco 2017”. Dalle ore 9.30 alle 17.00 dello stesso giorno (con ultimo ingresso alle 16.30), la Scuola Grande rimane aperta al pubblico per una visita libera (sarà richiesta l’offerta di 1 euro per motivi di beneficenza) che consentirà, tra l’altro, di ammirare le straordinarie tele di Jacopo Tintoretto raffiguranti gli eventi più significativi del Vecchio e Nuovo Testamento. Alle ore 21.00, sempre presso la Scuola Grande, si terrà il tradizionale concerto - con ingresso su invito e poi, eventualmente, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti - eseguito da “Voci Venice Monteverdi Academy”, Maristella Patuzzi al violino (su violino Stradivari) e l’Orchestra da camera “Lorenzo Da Ponte”, tutti diretti da Roberto Zarpellon, con musiche di Monteverdi (di cui ricorre quest’anno il 450° anniversario della nascita) e Vivaldi.

Il corpo di san Rocco - compatrono di Venezia, santo pellegrino, vicino alle sofferenze dei poveri e dei più indifesi ad iniziare dai malati di peste - è custodito già dal 3 marzo 1490 nell’omonima chiesa che, sempre nel giorno della festa (16 agosto), prevede celebrazioni eucaristiche anche alle ore 10.00 e 11.00.