Chiara Lubich: un corpus di opere sul suo grande “patrimonio di pensiero”

Chiara Lubich
Foto: Focolare.org
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ stato presentato oggi, presso la Federazione Nazionale della Stampa a Roma, un corpus di opere in 14 volumi che racconta in maniera sistematica il grande "patrimonio di pensiero" di Chiara Lubich, attingendo anche a molti scritti inediti della fondatrice del Movimento dei Focolari. Il nuovo progetto editoriale si chiama Opere di Chiara Lubich; sono coeditori il Centro Chiara Lubich e Città Nuova Editrice.

I 14 titoli del libro sono ordinati per generi letterari: la persona; la via spirituale; l’opera di Chiara Lubich e il mondo contemporaneo. Questi tre blocchi omogenei rappresentano il vissuto, il cuore, l’anima della Lubich trasmessi da testi autobiografici, dall’esperienza mistica, dai diari e dalle lettere. Inoltre, la spiritualità dell’unità, le Parole di Vita, pagine di meditazioni e altri testi nei quali l’autrice ha declinato il suo pensiero spirituale, teologico e culturale.

Nel corso della sua esistenza, Chiara Lubich, è stata autrice di un numero infinito di testi: libri, discorsi avvenuti durante le conferenze, corrispondenze epistolari. E l’intento di questo progetto editoriale è mettere a disposizione del grande pubblico tale patrimonio. 

Chiara Lubich fu "un luminoso esempio di vita" che "ha acceso per la Chiesa una nuova luce sul cammino verso l'unità". Così scrisse Papa Francesco in occasione dell'apertura a Frascati della "Causa di beatificazione e canonizzazione" della fondatrice dei focolarini, presieduta dal vescovo di Frascati Raffaello Martinelli. Oggi continua l’iter per la sua causa di beatificazione.

Silvestre Marques, postulatore della causa di beatificazione di Chiara Lubich, commenta in un’intervista ad ACI Stampa: “ Noi abbiamo presentato la petizione nel dicembre 2013 e il Vescovo di Frascati ha inviato tutto il processo per aprire la decisione di aprire o non aprire la causa. Nel 2015 c’è stata l’apertura ufficiale della causa e la costituzione di una commissione storica. La ricerca è su tutti gli scritti editi e inediti di Chiara. Sempre nel 2015 il Vescovo ha raccolto le testimonianze sulla fama di santità di Chiara. In questo momento abbiamo 150 testimoni, un numero davvero esteso”. “Una volta raccolto tutto – continua il postulatore -si andrà con il materiale al tribunale e si inizierà la seconda fase: cioè la Congregazione studierà tutte le carte.

“Se c’è una cosa chiara – conclude Marques - è che noi non stiamo lavorando per fare di Chiara un 'santino', ma per regalare alla comunità una persona che merita di essere capita, studiata. Chiara è davvero importante per il suo pensiero, il suo messaggio e meritiamo di avere nella comunità dei santi una figura così”.