E' beato Solanus Casey, il cappuccino che sfamò i poveri durante la grande depressione

La mensa creata da Padre Solanus
Foto: solanuscasey.org
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Lo stadio di Ford Field a Detroit oggi accoglie una celebrazione insolita: la beatificazione di Padre Solanus Casey, il secondo nord americano beatificato.

Chi era Padre Solanus? Un uomo semplice; un semplice prete; non un uomo di lettere, anche se a volte scriveva come un poeta; non uno studioso, eppure il suo pensiero ha raggiunto grande profondità.

Cappuccino, padre Solanus Casey, nacque il 25 novembre 1870 in una fattoria del Wisconsin, lungo le rive del Mississippi. Era il sesto figlio di una famiglia di dieci ragazzi e sei ragazze. I suoi genitori immigrati irlandesi lo chiamarono Bernard  come suo padre.

Fin da piccolo imparò l'obbedienza, la diligenza e la pietà dai suoi genitori,  a 17 anni, Bernard lasciò la fattoria per fare un po’ di tutto anche la guardia carceraria e il tranviere. Nel 1891 Bernard inizia a prepararsi per diventare sacerdote nel  St. Francis Seminary High School di Milwaukee, nel Wisconsin, dove si è dedicato alla sua formazione spirituale e accademica. Chiamato da Dio all'ordine dei cappuccini nel 1896, a Bernard fu dato il nuovo nome di Solanus. Ben presto divenne un modello di osservanza religiosa, sempre fedele ai santi voti di povertà, castità e obbedienza e viene ordinato il 24 luglio 1904.

Il suo lungo ministero sacerdotale inizia  a New York. Durante i quattordici anni ha prestato servizio nella parrocchia di Sacred Heart a Yonkers, New York, p. Solanus ha adempiuto gli umili doveri di sacrestano e portinaio. Ben presto edificò i parrocchiani con il suo esempio di preghiera alla Messa, con la sua grande carità verso gli ammalati, i bambini, i non cattolici e i poveri.

I malati in particolare erano ansiosi per le sue visite e consolazioni sacerdotali. Il suo apostolato agli ammalati e ai poveri continuò anche in altri luoghi. Fu nominato nella parrocchia di Nostra Signora dei Dolori a New York nel 1918 e poi nella parrocchia di Nostra Signora degli Angeli ad Harlem nel 1921. Poco dopo essere stato nominato nel 1924 dal convento cappuccino di San Bonaventura a Detroit, Padre Solanus divenne noto e amato da tutti. Sempre disponibile per i poveri, i malati e le anime inquiete, ha portato conforto a persone di ogni età e vita. Il suo ministero di carità e conforto fu particolarmente notato durante la grande depressione del 1929, quando la sua preoccupazione per i poveri ispirò i cappuccini di Detroit a fondare la loro mensa , un servizio di carità che continua ancora oggi.

Negli ultimi anni della sua vita, quando i suoi superiori, volendo dargli una meritata pensione, lo mandarono al convento di San Felice a Huntington, nell'Indiana nella primavera del 1946. Lì trascorse il suo tempo in preghiera e ministero per i malati e travagliato fino a quando le sue stesse infermità lo riportarono a Detroit per cure mediche speciali.

Diciotto mesi dopo, dopo circa un mese in ospedale, dove ha sopportato i suoi dolori con coraggio, la sua lunga vita è stata completata. È stata una vita spesa in totale sacrificio per la gloria di Dio adempiendo alla perfezione i doveri di un cristiano, religioso e sacerdote di Dio.

Fr. Solanus morì il 31 luglio 1957 all'età di 86 anni. Fu sepolto nel cimitero dei frati nel monastero di San Bonaventura, a Detroit, nel Michigan. A causa dei molti devoti che stavano visitando la sua tomba, nel 1987 fu deciso di riesumare il suo corpo e collocato all'interno della cappella di San Bonaventura.