I 130 anni dell’Esercito della Salvezza a Roma. In parole e azioni

130 anni EDS , logo
Foto: Ufficio stampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sarà a Roma, l’incontro ufficiale per ripercorrere i 130 lunghi anni dell’Esercito della Salvezza Aiuto, azione sociale e sostegno per tutti, queste le principali funzioni dell’organismo. A Roma oggi sono previsti concerti all’aperto al Colosseo, a San Lorenzo e numerose riunioni al centro conferenze Frentani.

“Sabato 16 Settembre, in occasione della celebrazione della nostra storia ultracentenaria in Italia, accoglieremo con grande piacere ed orgoglio i leader mondiali dell’Esercito della Salvezza, i rappresentanti delle Istituzioni, gli amici delle Chiese Evangeliche, e della Chiesa cattolica con gli esponenti del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani, rievocando e riaffermando il nostro impegno concreto - per quasi 58.000 persone, tra le quali numerosi nuclei familiari in grave difficoltà - per una società terrena più equa e più giusta. E naturalmente, per riconfermare la nostra fede che vede nell’Evangelo e nel nostro Creatore, il nostro faro e punto di riferimento”. Così, in una nota dell’Esercito della Salvezza - l’ente morale ed Associazione di Culto presente in Italia dal 1887 e membro della Fcei, la Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia - si esprime il Tenente Colonnello Massimo Tursi, responsabile del Comando dell’Esercito della Salvezza in Italia e Grecia.

 

“Tra l'altro ringraziamo la grande band degli U2: Siamo grati a Bono e agli altri amici della band, per il tributo in video nel loro tour. Con la nostra attività sociale, solo per fare un esempio - prosegue il Tenente Colonnello Tursi -, supportati dalle nostre forze di circa 2.000 persone tra pastori, membri dell’EdS, volontari e frequentatori, diamo una mano in tutte le direzioni, dal banco alimentare al soccorso invernale, con pasti, vestiti e coperte, senza discriminazione ai nostri concittadini, ai rom, ai detenuti, offriamo accoglienza ai rifugiati fino e veniamo in aiuto ai terremotati (da ultimo ad Ischia, ma già in passato dal Belice fino all’Emilia Romagna). E questo a Roma nel nostro Centro “Paglieri” a San Lorenzo, ed in tutte le nostre altre sedi sparse per l’Italia, da Torre Pellice alla provincia di Trapani. Solo quest’anno abbiamo fornito consulenza e programmi di sostegno sociale a 9.629 persone in povertà estrema, fino all’iniziativa solidale, grazie a molti bar e caffetterie che hanno accolto la nostra proposta del ‘cappuccino sospeso’ alle persone in disagio”.

“Presenti in tutte le occasioni per aiutare ed essere concretamente vicini alle persone – anche negli altri 127 Paesi del mondo in cui operiamo, dai senza casa ai nuovi poveri, dalle grandi città ai piccoli centri, dall’Italia alla Grecia, nazione sorella in enorme difficoltà economica e materiale, come Esercito della Salvezza - aggiunge il Generale André Cox, Responsabile mondiale dell'Esercito della Salvezza, che sarà a Roma - operiamo attivamente per celebrare il Signore, appunto, per la salvezza e per alleviare le difficoltà e le sofferenze dei nostri fratelli e sorelle.”