Il Papa ai maristi: la società ha bisogno di esempi forti

San Marcellino Champagnat in una suggestiva opera d'arte
Foto: Padri Maristi
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Due secoli di vista che sono una occasione per dire grazie.

Papa Francesco invia un messaggio ai maristi per il XXII Capitolo Generale che si terrà in Colombia. “La gratitudine è la prima sensazione che viene dal cuore” scrive Francesco e aggiunge: “Questi due secoli di vita sono diventati trasformarsi in una grande consegna storia per bambini e giovani, che hanno accolto in cinque continenti e si sono formate per renderli buoni cittadini e, soprattutto, buoni cristiani”.

Il Papa ricorda che San Marcelino Champagnat  “era innovativo per il suo tempo in materia di istruzione e formazione” e l’educatore religioso deve guardare nel cuore, le risorse umane e spirituali, di chi gli è affidato. “La società di oggi- scrive il Papa-  ha bisogno di persone forti nei loro principi che possono costruire un mondo migliore per tutti e testimoniare ciò in cui credono”.  E “i giovani riconoscono nel loro modo di essere e di agire che qualcosa di straordinario e capire che vale la pena non solo imparare questi valori, ma soprattutto li interiorizzano e li imitano”.

Tutto ovviamente affidandosi a Maria per “creare una nuova umanità, in cui le persone vulnerabili e gli esclusi siano apprezzati e amati”.