Il Papa incontra la premier del Bangladesh: i Rohingya ancora nel cuore di Francesco

Il Papa conversa con il Primo Ministro del Bangladesh
Foto: ACI Stampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ durato 20 minuti esatti - alla presenza di un interprete - l’incontro tra Papa Francesco ed il Primo Ministro del Bangladesh Sheikh Hasina

Il Papa e la premier del Paese asiatico si erano già incontrati a fine autunno scorso durante il Viaggio Apostolico del Pontefice in Bangladesh

“Nel corso dei cordiali colloqui - riferisce la Sala Stampa della Santa Sede - sono state evocate le buone relazioni bilaterali, e si è espresso soddisfazione per il recente Viaggio Apostolico compiuto dal Santo Padre in Bangladesh e per la calorosa partecipazione all’evento da parte della popolazione, compresi numerosi non cattolici”.

Il Papa e il Primo Ministro hanno poi discusso del “contributo della Chiesa nel Paese, specialmente in campo educativo, e sull’impegno dello Stato nella promozione della convivenza pacifica tra le varie comunità religiose e a difesa delle minoranze e dei rifugiati, manifestando apprezzamento per l’accoglienza dei Rohingya e auspicando una soluzione giusta e duratura al loro dramma”.

Al termine dell’udienza con il Papa il Primo Ministro Sheikh Hasina ha incontrato il Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, e Monsignor Antoine Camilleri, Sottosegretario per i Rapporti con gli Stati

Il Primo Ministro del Bangladesh ha donato al Papa un dipinto locale, raffigurante una imbarcazione. Francesco ha replicato con il medaglione dell’Angelo della pace, una copia dell’Enciclica Laudato sì e una del Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace 2018.