Il Papa: la violenza colpisce anche in una notte di auguri

Il Papa all' Angelus
Foto: CTV
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Maria che “silenziosa e attenta, cerca di comprendere che cosa Dio vuole da lei giorno per giorno” il nostro modello per imparare a cooperare con Dio. Papa Francesco nella riflessione che precede la preghiera dell’ Angelus, il primo del nuovo anno, riprende la riflessione già fatta per la messa in basilica.

"Gesù - dice il Papa- è «nato da donna» (Gal 4,4) per una missione di salvezza e sua madre non è esclusa da tale missione, anzi, vi è associata intimamente".

E allarga lo sguardo ai pastori, che vanno a riferire ciò che hanno visto: “Maria segue attentamente questo passaggio dei pastori, perché già scorge in esso il movimento di salvezza che scaturirà dall’opera di Gesù, e si adegua, pronta ad ogni richiesta del Signore. Dio chiede a Maria non solo di essere la madre del suo Figlio unigenito, ma anche di cooperare con il Figlio e per il Figlio al piano di salvezza, affinché in lei e attraverso di lei, umile serva, si compiano le grandi opere della misericordia divina”.

Poi una preghiera speciale

Grazie, o Santa Madre del Figlio di Dio Gesù!

Grazie per la tua umiltà che ha attirato lo sguardo di Dio;

grazie per la fede con cui hai accolto la sua Parola;

grazie per il coraggio con cui hai detto “eccomi”,

dimentica di te, affascinata dall’Amore Santo,

fatta un tutt’uno con la sua speranza.

Grazie, o Santa Madre del Figlio di Dio Gesù!

Prega per noi, pellegrini nel tempo;

aiutaci a camminare sulla via della pace.

Amen.

E il ricordo della giornata mondiale della pace : “Nel Messaggio di quest’anno ho proposto di assumere la nonviolenza come stile per una politica di pace.

Purtroppo, la violenza ha colpito anche in questa notte di auguri e di speranza, con un grave attentato a Istanbul. Sono vicino con la preghiera ai defunti e ai loro familiari, ai feriti e all’intero popolo turco”. Questa notte in un attentato al centro di Istambul sono morte 39 pesone.

Il grazie del Papa anche al Presidente della Repubblica Italiana che nel messaggio di fine anno ha fatto gli auguri a Papa Francesco: “Ricambio di cuore, invocando la benedizione del Signore sul popolo italiano affinché, con il contributo responsabile e solidale di tutti, possa guardare al futuro con fiducia e speranza”.

Infine un saluto per diverse iniziative per la pace di CEI, Caritas, Azione Cattolica e Pax Christi, con il sostegno della Diocesi e del Comune di Bologna e Comunità di Sant’Egidio.