Quattro giorni in Uganda per il Cardinale Filoni

Il Cardinale Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli
Foto: ACI Stampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Una sosta al Santuario dei Martiri, dove già sono stati il Beato Paolo VI e San Giovanni Paolo II, oltre che Papa Francesco, e una serie di appuntamenti con la Chiesa locale: sono scaglionati così i quattro giorni in Uganda del Cardinale Fernando Filoni, prefetto dela Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli.

Il Cardinale è arrivato in Uganda il 26 ottobre, e terminerà la sua visita il 30. Nel mezzo, una agenda fitta di appuntamenti, per concludere le celebrazioni per i 50 anni dell’arcidiocesi di Kampala.

Tra gli incontri in programma, quello con bambini e giovani il 27 ottobre, per conferire i premi del Concorso di Catechismo del Giubileo dell’arcidiocesi. Quindi, il Cardinale Filoni ha incontrato sacerdoti e religiosi di ramo femminile e maschile nel seminario maggiore di Ggaba, e un incontro con le coppie.

Il cardinale Filoni ha poi incontrato i sacerdoti, i religiosi e i seminaristi presso il Ggaba National Major Seminary. Ricordando l'appello di Paolo VI perché africani "siano missionari di loro stessi", chiedendo agli africani di rimanere nella loro terra, ed essere missionari nei posti più poveri, perché l'evangelizzazione non si realizza solo tra le mura di una chiesa. "La Chiesa - ha detto - non ha bisogno di burocrati, ma di missionari appassionati". 

Il Cardinale ha chiesto anche di mantenere comunione ecclesiale con il Papa, e a superare i tribalismi che crescono nel clero. 

Il Cardinale Filoni incontrerà anche il presidente di Uganda, Yoweveri Museveni, e farà tappa al museo dedicato a Papa Francesco, che visitò l’Uganda a novembre 2015.

Il 28 ottobre ci sarà un incontro con catechisti e insegnanti al santuario dei martiri a Munyonyo, lì nel luogo dei martiri ugandesi, dove furono martirizzati cattolici ed anglicani.

È prevista anche una Messa al santuario dei Martiri dell’Uganda. Questi sono un gruppo di 22 servi, paggi e ufficiali del Re di Buganda convertiti al cattolicesimo dai missionari africani. Furono martirizzati sotto il regno di Mwanga II tra il 15 novembre 1885 e il 27 gennaio 1887, beatificati da Papa Benedetto XV nel 1920 e canonizzati da Paolo VI l’8 ottobre 1964.

Il luogo dei martiri è tradizionale luogo di visite dei Papi. Ci andò Paolo VI nel 1969, e fu lui che dedicò ai martiri il santuario di Namugongo. San Giovanni Paolo II vi celebrò Messa nel 1993, e Papa Francesco fece lo stesso il 28 Novembre del 2015.

Eretta come arcidiocesi il 5 agosto 1966, la diocesi di Kampala conta una popolazione di 4 milioni e 242 mila persone, e di questi 1 milione 740 mila sono cattolici. Ci sono 63 parrocchie, 288 preti diocesani e 72 religiosi, 66 suore. Tra le sue attività, 398 istituzioni educative e 69 centri di assistenza e carità.