Razón Abierta, il premio sarà consegnato in Vaticano

Casina Pio IV
Foto: Credito: Premios Razón Abierta
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Razón abierta, è questo il none del premio che per la prima volta verrà assegnato  in Vaticano nato da una collaborazione della Fondazione Ratzinger e la Università Francisco de Vitoria di Madrid.

La consegna avverrà il 27 settembre presso la Pontificia Accademia delle Scienze, due le categorie: ricerca e docenza.

L’idea del premio nasce dalla attenzione del teologo Joseph Ratzinger - Benedetto XVI al problema della cultura positivista e relativista. Ratzinger insiste sula necessità di avere una visione ampia e aperta della ragione e del sue esercizio nella ricerca della verità e della risposta alle domande fondamentali sull’umanità e sul suo destino.

Se il concetto di religione deve allargarsi occorre anche una ricerca teologica adeguata. Ricerca quindi, pubblicazioni scientifiche su sei antropologici, epistemologici, etici.

Per la categoria docenza invece si entra nel vivo dei programmi accademici, guide e piani di studio che spiegano in dettaglio come integrano nell’insegnamento delle scienza o della disciplina particolare le stesse questioni.

Quattro i vincitori che saranno premiati il 27 settembre: Darcia Narvaez  della università Notre Dame negli USA, Claudia E. Vanney e Juan F. Franck della Universidad Austral di Buenos Aires, Michael J. Garanzini SJ, Michael Schuck e Nancy Tuchman della Loyola University di Chicago,  Laura Baritz op, della Keteg Oikonimia Research Institute Foundation di Budapest.

I lavori sono stati scelti dalla giuria a luglio a Madrid.