Sul cammino di Francesco, viaggio nei borghi della Valle Reatina

San Francesco sul Terminillo
Foto: Il Cammino di Francesco
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Un’esperienza di turismo sostenibile, dal trekking a contatto con la natura, ripercorrendo i sentieri di San Francesco, alla conoscenza degli aspetti storici e culturali dei piccoli centri attraversati, fino ai “sapori” dei prodotti tipici locali e alle tradizioni popolari. E’ il progetto “Borghi di San Francesco” promossa da ‘Fondaco Italia’ di Venezia, in collaborazione con la Regione Lazio, il Comune e la diocesi di Rieti.

“Il progetto ‘I Borghi di Francesco’ – dichiarano il sindaco di Rieti Sindaco Petrangeli e l’assessore al Turismo Vincenzo Di Fazio – è nato con lo stesso spirito di unità che ha condotto, nel mese di ottobre 2016, alla sottoscrizione dell’Accordo di Programma per la valorizzazione e la promozione del Cammino di Francesco. L’unione fa la forza ed il Cammino di Francesco deve essere inteso in maniera unitaria, per questo le azioni saranno finalizzate alla promozione di tutti i borghi dell’anello della Valle Santa, sottoscrittori dell’Accordo stesso”.

Il Vescovo di Rieti, Monsignor Domenico Pompili annuncia: “Un prologo ad un altro momento che vivremo in città dal  2 dicembre al  6 gennaio, con 'La Valle del primo presepe': un tentativo di ritrovare l’intuizione originaria di San Francesco, che a Greccio inventò ciò che è diventato poi nell’immaginario collettivo non solo la memoria dell’incarnazione, ma anche una sorta di radiografia dell’animo umano”.

Per rendere attrattivo il territorio della Sabina interessato dall’anello del Cammino di Francesco è necessario offrire ai turisti/pellegrini, ma anche agli amanti del trekking e di chi in precedenza ha trascorso singole giornate nel territorio reatino, pacchetti turistici mirati che “contemplino la possibilità di unire la pratica sportiva ad esperienze enogastronomiche e culturali attraverso eventi e manifestazioni dedicati alla conoscenza della figura di San Francesco, nonché attraverso la visita dei borghi storici”, come riporta il sito ufficiale di presentazione dell’evento.

Sono tantissimi e interessanti gli eventi inseriti nel progetto: la Mostra Fotografica “Cammino di Francesco” con esposizione di Foto di Steve McCurry e di fotografi professionisti ed amatoriali raffiguranti i Borghi del Cammino; Randonnée MTB Cammino di Francesco; la Valle Santa Ultra Trail, realizzazione segnaletica Cammino di Francesco per ipovedenti, realizzazione di una brochure-guida degli eventi e dei servizi offerti comprensivi di pacchetti turistici che promuovano le iniziative del Progetto; realizzazione di eventi culturali di promozione del Cammino di Francesco presso i Borghi in concomitanza con manifestazioni/eventi ricorrenti e/o tradizionali (come l’assalto al Castello di Contigliano); Realizzazione di tappe del Cammino di Francesco attraversando i Borghi del Cammino; Realizzazione nel centro storico di Rieti di un evento finale di promozione del Cammino di Francesco e dei Borghi del Cammino (data presunta 4 ottobre in concomitanza con i festeggiamenti in onore di S. Francesco); Implementazione dello sportello I.A.T., inteso come Info point intercomunale e del Cammino di Francesco.

“Nell’epoca dei selfie – ha spiegato il vescovo di Rieti, monsignor Domenico Pompili – la rassegna fotografica potrebbe sembrare fuori dal tempo. In realtà McCurry ci dà la possibilità di riscoprire cosa sia la fotografia e attraverso di essa l’anima di questo nostro territorio, che forse il nostro sguardo abituato rischia di perdere”. Per il vescovo si tratta di un aiuto a intercettare “l’anima, e dunque la vocazione, di Rieti”, che si trova nella sua “vocazione naturalistica, culturale e spirituale”.

Per qualsiasi info visitare il sito http://www.camminodifrancesco.it/camminodifrancesco/i-borghi-di-francesco/