Il Papa riceve la Presidente di Malta e parla dei migranti

Il Papa e il Presidente di Malta
Foto: AA
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

 

Un incontro familiare che la signora ha iniziato con un “Buon compleanno”! Al momento della stretta di mano il Papa ha ringraziato con un sorriso.

Poi il colloquio privato con l’interprete inglese, anche se la Presidente ha poi scelto di parlare un po’ di italiano al momento dello scambio dei doni.

Prodotti tipici di Malta da parte della Presidente e il medaglione della pace, “ perché il mondo divenga sempre più un giardino di pace” il messaggio per la Giornata della Pace e i tre testi Amoris laetitiae, Laudato si e Evangelii gaudium. Il marito della Presidente ha detto di aver letto tutti i testi e di essere molto impressionato, il Papa ha sorriso.

Al momento del congedo Francesco ha ricevuto ancora gli auguri della coppia e ha chiesto come consueto, preghiere.

Anche i giornalisti che seguivano l’evento hanno avuto la possibilità di fare gli auguri al Pontefice.

"Nel corso dei cordiali colloqui- si legge nel comuncatoufficile della Santa Sede- sono state evocate le buone relazioni che intercorrono tra la Santa Sede e Malta, soffermandosi in particolare sul contributo peculiare della religione cattolica nella formazione dell’identità del Paese e sul ruolo rilevante che la Chiesa ha nel favorire il progresso umano e culturale della società.

La conversazione è quindi proseguita con uno scambio di vedute sulle principali questioni di carattere internazionale e regionale, anche in vista della prossima presidenza di turno maltese dell’Unione Europea, con speciale riferimento al fenomeno migratorio, ai conflitti in corso nell’area mediterranea e all’importanza del dialogo tra le religioni e le culture 

 La Presidente si è poi recata dal Segretario di Stato e poi è scesa in Piazza San Pietro a visitare il presepe che è stato donato proprio da Malta.  Tra gli incontri in programma anche quelli con i maltesi che sono in servizio in Curia, da monsignor Alfred Xuereb  prelato segretario generale della Segretaria per l’Economia e monsignor Antoine Camilleri sotto-segretario della Sezione per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato.

Ti potrebbe interessare