A Gaeta una "quaresima di Carità". Raccolta fondi per donne in difficoltà

Si svolgerà il 14 marzo, quarta domenica di Quaresima, in tutte le parrocchie dell’Arcidiocesi di Gaeta una raccolta fondi a favore di “Casa Bakhita”

Locandina
Foto: Arcidiocesi Gaeta
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Si svolgerà il 14 marzo, quarta domenica di Quaresima, in tutte le parrocchie dell’Arcidiocesi di Gaeta una raccolta fondi a favore di “Casa Bakhita”. Questa è stata inaugurata qualche mese fa a Coreno Ausonio, in provincia di Frosinone, e vuole essere una casa-famiglia per donne in difficoltà, soprattutto straniere legate al mondo della prostituzione e quindi come risposta all’appello del Papa a dedicarsi al problema della tratta.

"Se Papa Francesco ricorda che la donna è la carne più nobile del mondo e che ogni violenza inferta alla donna è una profanazione di Dio, nato da donna – spiegano in un comunicato dalla Caritas dell’arcidiocesi di Gaeta – purtroppo le notizie di cronaca continuano a parlarci di sopraffazione e violenza che prevalgono sul rispetto della dignità della donna”.

Nel progetto Caritas, è coinvolta un’equipe di sole donne con diverse professionalità: assistente sociale, psicologa, educatrice, mediatrice culturale, avvocato, docente di italiano esperta di insegnamento della lingua italiana a stranieri e una OSS. Nella casa c'è nche una piccola comunità di suore che collaboreranno in modo attivo alle attività.

L’accesso avviene per segnalazione degli operatori Caritas parrocchiali o di enti pubblici e privati, ma anche per contatto diretto. “Casa Bakhita vuole essere una risposta positiva e contro corrente alla cultura dell’indifferenza; più che di un luogo fisico, si tratta di un’attenzione speciale che ci porta tutti ad attivare risorse e competenze necessarie perché ogni donna non sia lasciata sola”, concludono dalla Caritas di Gaeta.

 

Ti potrebbe interessare