A Gennaio a Roma i responsabili di 105 enti della Famiglia Vincenziana

Per la prima volta nella plurisecolare storia della Famiglia Vincenziana in rappresentanza di oltre due milioni di fedeli.

Il logo dell'evento
Foto: FAMVIN
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sarà un evento di portata storica per la Famiglia Vincenziana quello che avrà luogo a Roma dall’8 al 12 gennaio del 2020.

Per la prima volta in assoluto si incontreranno tra di loro i Responsabili degli oltre 150 Rami che ad oggi compongono la Famiglia Vincenziana. Provenienti da tutto il mondo si daranno appuntamento presso l’Istituto Patristico Augustianum dove dall’ 8 al 12 gennaio si conosceranno, si confronteranno e sopratutto getteranno le basi per un cammino da percorrere insieme da qui in poi.

La Famiglia Vincenziana nasce da una duplice forte esperienza vissuta da San Vincenzo de' Paoli nel 1617 in Francia: nel villaggio di Folleville il sacerdote francese apprese la povertà spirituale del popolo rurale e nella città di Châtillon si trovò di fronte alla povertà materiale. Due avvenimenti che avviarono la sua conversione personale e dopo i quali iniziò a rispondere ai bisogni urgenti che aveva scoperto. Il suo approccio era alla persona nella sua interezza, aiutando in modo olistico tutti i tipi di povertà: spirituale, emotiva, fisica, materiale. Da quel piccolo “chicco” di senape nel 1617, la Famiglia Vincenziana è diventata oggi un grande albero, composto da oltre 150 Rami (associazioni laiche e Congregazioni di vita consacrata) con circa due milioni di membri in oltre 150 paesi e fra di essi anche uomini e donne che, pur non appartenendo formalmente ad un particolare Ramo, sono ispirati all’esempio di Vincenzo de' Paoli  nel servizio dei poveri.

All’inizio del quinto secolo di vita,  la Famiglia Vincenziana guarda al suo futuro ripartendo da quell’inizio con la consapevolezza delle necessaria urgenza di una sinergia sempre più stretta con tutte quella realtà nate dal “chicco” innestato dal fondatore.

Il programma della “4giorni” Vincenziana avrà il suo inizio il giorno 8 con l’udienza papale del mercoledì. Al pomeriggio vi sarà l’apertura dei lavori vera e propria che prevede il contributo di coloro che ad oggi sono i punti di riferimento a livello internazionale della Famiglia Vincenziana. Interveranno infatti il Presidente del Comitato esecutivo della Famiglia Vincenziana nonché il Superiore Generale della Congregazione della Missione, padre Tomaz Mavric CM, a seguire Padre Joseph Agostino CM, Coordinatore Internazionale dell’Ufficio della Famiglia Vincenziana e Padre Robert Maloney CM, che ha ricoperto il ruolo di Superiore Generale per molti anni e che traccerà la storia della Famiglia dandone una panoramica in generale. Moderatrice dell’incontro sarà Sr. Mary McCormick, SC.

Dal 9 fino all’11 le giornate saranno scandite dalla celebrazione eucaristica del mattino, nella Basilica di Santo Spirito in Sassia alle 8.30, e, a seguire, dalle conferenze in programma sia al mattino che al pomeriggio. Sono previsti anche dei lavori di gruppo.

Ogni giorno verranno affrontate delle tematiche differenti e presentate realtà vincenziane e le attività che esse svolgono. 

Si partirà il 9 con una introduzione inerente la missione della Famiglia Vincenziana e la presentazione del team dell’Ufficio Internazionale e, a seguire, si affronterà il tema della comunicazione nella Famiglia Vincenziana. Sarà poi la volta della condivisione dell’esperienza del Vincentian Family Film Festival, che ha avuto luogo lo scorso anno, per poi proseguire e concludere la giornata con l’intervento su una delle iniziativa portanti della Famiglia, l’Alleanza contro i senzatetto. Venerdì 11 si parlerà invece della cultura vocazionale e della trasmissione del carisma.

Sabato ci si interrogherà sul come andare avanti insieme: sono previsti panel ed inoltre vi sarà spazio per una significativa riflessione sulle potenzialità del web e sulla sfida che esso rappresenta per il futuro. La mattinata di domenica 12 sarà invece dedicata a raccogliere le suggestioni emerse dalla “4giorni” per portare a casa dei compiti specifici e delle responsabilità concrete.

I ringraziamenti finali e le osservazioni conclusive saranno affidate a padre Joseph Agostino C.M. e la mattinata di questo storico evento terminerà con la celebrazione eucaristica presieduta da Padre Tomaz Mavrič C.M.e animata dai Gen Verde.

Ti potrebbe interessare