A Jasna Góra si celebra l'identità europea con Europa Christi

Il congresso Europa Christi
Foto: Conferenza episcopale polacca
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

I partecipanti al 3 ° Congresso Internazionale "Europa Christi" hanno ricordato le radici cristiane dell'Europa e la necessità di tornare all'idea dei padri fondatori dell'Unione europea il 14 febbraio a Jasna Gora. Il tema dell'incontro si è incentrato sulle figure dei santi Cirillo e Metodio in occasione del 1150 ° anniversario della morte di San Cirillo, patrono dell'Europa, apostolo degli slavi.

Uno dei compiti più importanti del Movimento "Europa Christi" è quello di realizzare la proclamazione di San Giovanni Paolo II, il Santo Patrono del Vecchio Continente. Durante l'incontro di Jasna Góra, è stato ricordato il suo ruolo nella grande cultura cristiana, che è parte dell'identità dell'Europa.

 Fr. Ireneusz Skubiś, moderatore e iniziatore del Movimento "Europa Christi", ha ricordato che quest'anno ricorre il 40 ° anniversario della visita di Giovanni Paolo II a Gniezno, dove ha parlato dei due polmoni dell'Europa. L'incontro a Jasna Góra inizia l'attivazione del polmone orientale.

Il prossimo congresso si terrà l'11 maggio nella città ceca di Velehrad. La prossima sessione si terrà il 5 luglio a Nitra, in Slovacchia, a fine settembre a Leopoli, in Ucraina.

 "Quando l'Europa cristiana si sta disgregando, quando le chiese vengono vendute, le parrocchie vengono sciolte, è molto importante che questa scintilla arrivi dalla Polonia, che Cristo ritorni in Europa" - ha fatto appello p. Skubis. "L'attuale simposio, così come + Europa Christi + Movement, sembra essere il risultato di un attento riconoscimento dei segni del tempo, mentre allo stesso tempo una preoccupazione per il patrimonio che ci è stato trasmesso dalle generazioni precedenti, che è per l'Europa "- ha scritto l'arcivescovo Stanisław Gądecki, presidente della Conferenza episcopale polacca.

 

Ti potrebbe interessare