A Reggio Calabria il Vescovo incontra i giovani in Biblioteca ogni mercoledì

Il Vescovo di Reggio Calabria
Foto: Diocesi di Reggio Calabria
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Ragazzi, ricordatevi: c’è il vescovo che vi aspetta in biblioteca”. Con questo promemoria ogni mercoledì gli insegnanti del liceo classico “Tommaso Campanella” di Reggio Calabria invitano gli studenti ad un confronto con l’arcivescovo di Reggio Calabria-Bova, monsignor Giuseppe Fiorini Morosini.

Ogni mercoledì, infatti, dalle 10.30 sino alla fine delle lezioni, monsignor Giuseppe Fiorini Morosini è a loro disposizione. E le risposte non si sono fatte attendere: “Al primo giorno si è presentata una classe intera, mi hanno subissato di domande. I giovani cercano risposte, vogliono il confronto sui problemi della loro età”. Si tratta di uno Sportello di ascolto e l’iniziativa di monsignor Morosini non è un fatto isolato. Anzi: ci sono tanti sacerdoti, laici–adulti e anche giovani, soprattutto del movimento Neocatecumenale che operano all’interno delle scuole per sorreggere i ragazzi nelle loro domande di senso.

“Questa azione – spiega monsignor Morosini – rientra in quello sforzo che come diocesi stiamo facendo per rispondere agli appelli dello smarrimento che già dall’età adolescenziale lanciano questi studenti”.

L’arcivescovo reggino ha sempre chiesto agli educatori e ai genitori più attenzione per i ragazzi: “State accanto ai giovani, parlate con loro, dei loro problemi. Fate capire che siete disposti a portare insieme il peso delle loro fatiche e paure. La solitudine è la vera malattia dei nostri ragazzi… "

L'evento si collega con il prossimo Sinodo 2018 dedicato ai giovani.

Ti potrebbe interessare