Chiesa di Milano, la Messa degli oratori con Carlo Acutis

Venerdì 29 gennaio tutte le comunità oratoriane della Diocesi di Milano sono invitate a celebrare Carlo Acutis

Carlo Acutis ad Assisi, Chiesa di San Rufino
Foto: Daniel Ibanez / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Venerdì 29 gennaio tutte le comunità oratoriane della Diocesi di Milano sono invitate a celebrare Carlo Acutis, il giovane beatificato ad Assisi il 10 ottobre scorso, in una messa “votiva” in sua memoria.

Questo è l'invito della Chiesa di Milano al termine della Settimana dell’educazione e poco prima di celebrare la Festa della Famiglia. "Non potremo riempire il Duomo come il 31 gennaio scorso nella Messa per gli oratori, ma potremo lo stesso vivere attorno all'altare una profonda comunione che ci permetterà di radunarci ancora tutti insieme nel celebrare l'eucaristia. Ci diamo appuntamento venerdì 29 gennaio 2021: celebreremo la santità adolescente che abbiamo ammirato nel beato Carlo Acutis, in tutte le chiese in cui potremo riunirci. Così le comunità della Diocesi, in cui questo ragazzo santo è nato e ha vissuto, potranno ringraziare per il dono della fede che cresce in tanti ragazzi e ancora una volta scegliere di dedicarsi con tutte le forze al servizio educativo verso le giovani generazioni", si legge nel sito ufficiale di Chiesa di Milano.

I coordinatori degli oratori sono invitati a stabilire un orario opportuno in cui sia possibile invitare alla celebrazione eucaristica soprattutto i preadolescenti e/o gli adolescenti, insieme ai loro educatori e valutare se estendere l’invito a tutte le persone che operano in oratorio, dalle catechiste ai volontari, ecc.

In comunione con tutte le comunità diocesane monsignor Paolo Martinelli - che partecipò anche alla Veglia ad Assisi lo scorso ottobre - celebrerà la Messa alle 19 presso la parrocchia di Santa Maria Segreta a Milano (la chiesa frequentata dal giovane Carlo Acutis). La Fom sta predisponendo la diretta in streaming sui propri canali Youtube e Facebook.

Visto l'interesse dei giovani per la tecnologia e i social, materie che amava moltissimo anche Carlo Acutis, le immagini della celebrazione potranno essere condivise su Instagram con l’hashtag #carloacutis.

Ti potrebbe interessare