Concistoro, i nuovi cardinali in visita da Benedetto XVI

Come ormai consuetudine, i nuovi cardinali sono stati in visita al Monastero Mater Ecclesiae, dove risiede il Papa emerito

Benedetto XVI incontra i nuovi cardinali con Papa Francesco nel monastero Mater Ecclesiae, 28 novembre 2020
Foto: Vatican Media / ACI Group
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Non è parte del rito del concistoro, ma ormai la visita dei nuovi cardinali al Papa emerito Benedetto XVI è diventata una consuetudine consolidata. Così, dopo il rito del Concistoro, Papa Francesco e gli undici nuovi porporati (due di loro non hanno potuto partecipare di persona, e riceveranno berretta, bolla e titolo successivamente) sono andati in pullmino al monastero Mater Ecclesiae, in Vaticano, dove risiede il Papa emerito. Lo ha comunicato la Sala Stampa della Santa Sede.

Il direttore della Sala Stampa Matteo Bruni ha fatto infatti sapere che al termine della celebrazione del Concistoro Ordinario Pubblico, questo pomeriggio, il Santo Padre e gli 11 nuovi cardinali presenti a Roma si sono recati in visita al Papa Emerito, Benedetto XVI, nella Cappella del Monastero ‘Mater Ecclesiae'. In un clima di affetto, i Cardinali sono stati presentati individualmente al Papa Emerito che ha espresso la propria gioia per la visita e, dopo il canto del Salve Regina, ha impartito loro la benedizione. Poco dopo le 17.00 la visita si è conclusa".

Accolti dall’arcivescovo Georg Gaenswein, prefetto della Casa Pontificia e segretario particolare di Benedetto XVI, i nuovi cardinali si sono radunati nella cappella del monastero, dove Benedetto XVI li ha accolti. Benedetto XVI li ha salutati uno ad uno, introdotti dall’arcivescovo Georg Gaenswein, che ha fatto una breve presentazione di ciascuno di loro. 

Benedetto XVI partecipò personalmente sia al concistoro convocato da Papa Francesco il 22 febbraio 2014, sia a quello del 15 febbraio 2015.

Dal 2015, dopo la partecipazione all’apertura della Porta Santa per l’Anno Santo Straordinario della Divina Misericordia, la presenza pubblica di Benedetto XVI si è sempre più assottigliata. Dal concistoro del 2016, i nuovi cardinali hanno sempre fatto visita al Papa emerito presso il Monastero Mater Ecclesiae.

Benedetto XVI ha sempre salutato uno ad uno i nuovi porporati, e in alcuni casi ha dato brevi indirizzi di saluto, informali, catturati dalle telecamere di Vatican News o riferiti successivamente dalla Sala Stampa della Santa Sede. Lo scorso anno, ricordò la fedeltà al Papa, mentre ai cardinali creati nel 2017 il Papa emerito disse: “Andiamo avanti con la croce nel petto, ma il Signore vince alla fine”.

Quello di oggi è stato il settimo concistoro di Papa Francesco per la creazione di nuovi cardinali. Ad oggi, Papa Francesco ha creato 101 nuovi cardinali, 97 elettori e 22 non elettori al momento della creazione. Quest’anno, c’è per la prima volta un porporato proveniente dal Rwanda, piccola nazione africana martoriata da uno dei più grandi genocidi del secolo scorso.

Dopo l’incontro con il Papa emerito, i cardinali sono rientrati alla Domus Sanctae Marthae, che si è trasformata per molti di loro in un “hotel di quarantena”, in quanto quelli che sono arrivati da lontano hanno risieduto lì durante il tempo necessario per verificare la negatività al COVID 19. A causa della pandemia, non ci sono state le consuete visite di calore ai nuovi porporati.

 

Ti potrebbe interessare