Conclusi i lavori del Comitato internazionale di collegamento cattolico-ebraico

Il Papa con una delegazione di rabbini
Foto: Vatican Media - ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ terminato ieri a Roma il 24/mo Incontro del Comitato internazionale di collegamento cattolico-ebraico, che si è svolto dal 13 al 16 maggio 2019.

In un comunicato congiunto viene sottolineato come quella della migrazioni sia una grande sfida per entrambe le religioni, evidenziando come le comunità cattolica ed ebraica abbiano risposto con risorse, professionalità e creatività per affrontare la crisi umanitaria legata alle migrazioni.

Ribadita anche l’importanza dei corridoi umanitari: “Ogni migrazione nazionale ha una storia, una qualità e una cultura uniche e, allo stesso tempo, c'è un comune denominatore che tutti sono costretti ad affrontare  in questo momento di grandi spostamenti”.

Centrale anche il tema dell’antisemitismo e i suoi rigurgiti recenti e le persecuzioni anticristiane. Sfide urgenti e gravi che mettono a rischio la libertà religiosa. 

I partecipanti sono stati anche ricevuti in udienza in Vaticano dal Papa.

Ti potrebbe interessare