Congresso eucaristico, il Cardinale Filoni: "Il cuore della Chiesa è l'Eucaristia"

Tutto pronto per il 52.mo Congresso eucaristico internazionale che si terrà dal 5 al 12 settembre 2021 a Budapest, in Ungheria. EWTN ha intervistato il Cardinale Filoni

Il Cardinale Filoni durante un'intervista ad EWTN
Foto: Daniel Ibanez / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Tutto pronto per il 52.mo Congresso eucaristico internazionale che si terrà dal 5 al 12 settembre 2021 a Budapest, in Ungheria. Papa Francesco ha ricordato questo evento ecclesiale lo scorso 4 luglio. Al termine dell’Angelus annunciando il suo viaggio in Slovacchia, ha dato la notizia che la mattina del 12 settembre sarà a Budapest per la Messa conclusiva dell'evento. La redazione di EWTN ha intervistato sull'argomento il Cardinale Ferdinando Filoni, Gran Maestro dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, Prefetto Emerito della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli.

Sul valore dell'Eucaristia il Cardinale commenta ad EWTN: "Parliamo di una Eucaristia che entra nella vita delle persone. L'Eucaristia è strettamente legata alla persona. E questo è fondamentale altrimenti rischiamo, come dire…di fare dei discorsi che sono anche non corretti. Allora, la questione è la seguente: può un uomo vivere senza cibo? È possibile immaginarlo senza un nutrimento? È possibile immaginare una fede - non dico una religiosità che è un'altra cosa - ma è possibile immaginare una fede che non abbia in sé il mistero dell'Eucaristia, cioè il nutrimento, ciò che Gesù ha lasciato come parte vivente con noi? Non è solo una questione di tipo intellettuale ma di tutta la persona, l'Eucaristia tocca tutta la persona.Pensiamo ai grandi mistici, come proprio attraverso il mistero dell'Eucaristia in fondo hanno fecondato poi la realtà nella quale sono vissuti".

E il Cardinale poi racconta nello specifico una sua esperienza personale: "Io pensavo, una volta quand'ero un giovane sacerdote, mi trovavo una volta in uno in una zona…una selva, c'era un villaggio e dovevo andare a visitare questo villaggio. E all'inizio di questo villaggio, in mezzo agli alberi, c'era una piccola capanna: era una cappellina. Mi impressionò fortissimamente il fatto che in quella solitudine di un ambiente - come dire molto lontano dalla nostra civiltà - in un ambiente poverissimo, semplicissimo, c'erano due bambini in ginocchio che pregavano davanti all'Eucaristia. È una scena che io ricordo di una ricchezza tale… che cos'è che in quel momento…non le grandi cattedrali ma in una semplice capanna. Qual era il mistero più profondo che si stava attuando davanti a questi bambini? Era l'amore per Gesù Eucaristia".

Perché si fa un Congresso Eucaristico? Il Cardinale Filoni risponde: "Per risvegliare nel cuore della Chiesa l'amore al mistero di Gesù Eucaristia. Questo è fondamentalmente, alla base c’è questo. Poi ci sono le grandi celebrazioni, e le grandi cose, i discorsi….Tutto bello, tutto grande, ma poi alla fine se non ci fosse in un congresso questo slancio all'amore dell'Eucaristia forse avremo fatto un gran congresso, ma non avremo fatto invece la celebrazione che ha come cuore l'Eucaristia. Bene. Questo congresso ha un bellissimo titolo: “In te sono le sorgenti della vita”. Di che cosa sta parlando? L'immagine è presa dalla Salmo 87. E si sta parlando di Sion, alla quale tutti guardano, tutti i popoli: si parla degli egiziani, si parla dei mesopotamici, si parla di Palestina, si parla di Siro, di Sidone etc. Tutti i popoli, nelle loro culture, che guardano Sion. Sion In quel momento non è l'entità etnica, ma è il mistero della Chiesa in filigrana. E in questo mistero della Chiesa, se c'è un cuore…in una persona se andiamo a cercare il punto vitale, qual è? È il cuore. il cuore della Chiesa, di questo corpo di Cristo, è l'Eucaristia. Dunque, è questo l'aspetto fondamentale. Noi come Chiesa possiamo fare molte cose, ma se perdessimo l'Eucaristia finiremmo anche di essere chiesa".

 

Ti potrebbe interessare