Consigliare i dubbiosi, quando la misericordia aiuta la consapavolezza

La copertina del libro
Foto: EMI
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L’ Anno santo della misericordia è una ottima occasione per ripassare un po’ il catechismo e proprio le Opere di misericordia. Quelle materiali, facili da capire, e quelle spirituali, per la quali magari è utile un po’ di aiuto. Ad esempio cosa vuol dire davvero “consigliare i dubbiosi”’.

Ecco che arriva allora un libretto con questo titolo scritto dal gesuita Giovanni Cucci gesuita, teologo e docente di filosofia e psicologia alla Pontificia Università Gregoriana e scrittore di Civiltà Cattolica.

“Consigliare i dubbiosi è stata compresa tra le cosiddette opere di vigilanza, di quelle azioni cioè che favoriscono la consapevolezza, educano lo sguardo, invitano a uscire da sé stessi per incontrare il mondo dell’altro”.

 Questo il significato di questa opera di misericordia secondo Giovanni Cucci che ne parla nel suo libro nuovo testo della collana EMI «Fare misericordia», dedicata alle opere di misericordia e predisposta per l’Anno giubilare.

Padre Cucci parla degli aspetti positivi del “dubbio” a partire dalle sacre Scritture, definendolo un “desiderio di vederci chiaro” che si contrappone alla pretensione della certezza assoluta: nient’altro che un sintomo di una continua indecisione e incapacità di vivere appieno la vita. Sia chi è disposto ad aprirsi al consiglio altrui sia chi è chiamato a consigliare richiedono umiltà, e soprattutto la consapevolezza che è la nostra libertà a permetterci di compiere entrambi questi esercizi. Come il “dono” dello Spirito aiuta il dubbioso a trovare la risposta, allo stesso modo ci si prepara al consiglio, che “consente di procedere speditamente, di valutare l’effettiva consistenza delle difficoltà e di trovare le forze inattese per compiere quanto sembrava troppo al di fuori della nostra portata”.

 

Giovanni Cucci, Consigliare i dubbiosi. Fare spazio alla sorpresa della verità, CollanaFare misericordia, Editrice Missionaria Italiana, pp. 64, euro 7,00

Ti potrebbe interessare