Coronavirus, i vescovi austriaci rimandano l'elezione del Presidente

Annullata l'Assemblea Generale, il Cardinale Schoenborn resta momentaneamente alla guida dei vescovi austriaci

Il Cardinale Christoph Schönborn
Foto: Daniel Ibanez CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il 15 marzo scorso la Conferenza episcopale austriaca ha annullato, a causa della pandemia di coronavirus, l’Assemblea Generale che in questi giorni avrebbe dovuto eleggere il nuovo presidente dei Vescovi austriaci. 

Restano in carica pertanto il Presidente uscente, il Cardinale Christoph Schönborn e Vicepresidente, l’Arcivescovo Franz Lackner.

Decisa anche la costituzione di una commissione ad hoc, formata dagli Arcivescovi di Vienna e Salisburgo e dai Vescovi di Linz e Graz, che si occuperà di tutte le questioni non rinviabili, compresa l’emergenza e la gestione della emergenza coronavirus.

La Conferenza Episcopale austriaca conta al momento 15 membri.

Il Cardinale Christoph Schönborn guida i Vescovi austriaci dal 1998, quando era succeduto al Vescovo di Graz, Monsignor Johann Weber.

Il Cardinale Schönborn, Arcivescovo di Vienna dal 1995, ha compiuto 75 anni lo scorso 22 gennaio e il Papa lo ha confermato alla guida dell’arcidiocesi donec aliter provideatur.

Nei giorni scorsi, prima della esplosione della pandemia, gli episcopati di Spagna e Germania erano riusciti a riunirsi e procedere all’elezione dei vertici delle rispettive conferenze episcopali.

 

Ti potrebbe interessare