Dalle Diocesi, la Settimana Santa

La processione della Domenica delle palme
Foto: pd
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

 La Pasqua rappresenta per i cristiani il centro e il cuore di tutto l’anno liturgico. Si tratta della festa più importante e che culminerà, successivamente, con la festività dell’Ascensione, 50 giorni dopo e la solennità della Pentecoste.

Ogni diocesi, in questi giorni ha diffuso il calendario delle iniziative, a partire dal triduo pasquale che inizierà giovedì con la messa del Crisma celebrata dai presuli con tutto il presbiterio e la lavanda dei piedi celebrata in ogni parrocchia. 

Molte le iniziative promosse ma anche i messaggi dei vescovi per l’occasione che saranno pubblicati nei prossimi giorni. Nella diocesi di Vicenza è stato diffuso questa settimana l’ultimo video di riscoperta della Pasqua dedicato al tema della Risurrezione che, si legge sul sito,  “ci interpella perché ci impone di confrontarci con la realtà della morte. La fede in Gesù Cristo ci invita a credere nella vita eterna che inizia già ora”. 

Nella diocesi calabrese di Locri-Gerace il vescovo, mons. Francesco Oliva, ha scritto un messaggio di auguri ai giovani studenti: un  augurio “non di circostanza, ma sincero, che tocca le profondità del cuore e porta all’incontro con Colui che dà vita e speranza anche di fronte alla morte. Quello del Signore della vita, dal quale tutto trae origine”. Il presule ricorda la recente Giornata della Memoria e dell’Impegno che si è svolta proprio a Locri con la partecipazione di molti studenti. “È stata – ha scritto -  una manifestazione che ha messo in luce il volto bello e positivo della nostra terra, diversamente da quello che spesso ci si vuol far credere”.

E i giovani saranno protagonisti della Giornata Mondiale a livello diocesano con molte iniziative. A Roma saranno presenti alla celebrazione con papa Francesco di domani mattina e stasera ad una veglia di preghiera. In tante altre diocesi veglie e iniziative varie. A Padova, domani pomeriggio, Piazza delle Erbe si colorerà di migliaia di fiocchi variopinti, di rami di ulivo svolazzanti, di sorrisi, di canti e di musica. Saranno i ragazzi dell’Azione cattolica e del percorso dell’Iniziazione cristiana a promuovere l’iniziativa per festeggiare, tutti insieme, le Palme insieme al vescovo, mons. Claudio Cipolla, sull’onda dello slogan “Questo il mondo fa girar…” E “a far girare il mondo” per i ragazzi – spiega la diocesi patavina -  è l’entusiasmo, quella dinamica che permette di superare le difficoltà. “Vogliamo intendere l’entusiasmo come quella spinta incontenibile che porta ogni uomo ad agire e operare dando tutto se stesso”, commenta don Vito Antonio Di Rienzo, assistente diocesano dell’Acr.

Una veglia con i giovani è prevista anche per questa sera a Bologna con l’arcivescovo mons. Matteo Zuppi che benedirà i rami di ulivo e guiderà la processione verso Piazza Maggiore e nella Basilica di S. Petronio presiederà la Veglia delle Palme con i Giovani. Questa sera, alle 20.45, in Duomo a Milano l’arcivescovo, il card. Angelo Scola, guiderà la Veglia di preghiera In traditione Symboli, alla quale sono invitati i catecumeni (adulti che nella notte di Pasqua ricevendo il battesimo diventeranno cristiani) e i giovani chiamati a testimoniare davanti al Vescovo il dono della fede.  Il titolo della veglia “Un segno evidente è avvenuto per opera loro” (At 4,16), mentre rimanda alla capacità “creativa e curativa” della fede nel Signore Risorto, indica che “il nostro radunarci nel Duomo, convocati dal Vescovo, è il ‘segno evidente’ offerto, principalmente a noi, e quindi al mondo”, spiega don Massimo Pirovano, responsabile del Servizio per i giovani e l’università della Diocesi di Milano.

La celebrazione, che introduce alla Settimana Santa e alla Giornata mondiale della gioventù 2017, sarà anche l’occasione per vivere un’esperienza di comunione tra i giovani appartenenti ai diversi movimenti e associazioni ecclesiali. Durante la Veglia si compirà anche un gesto di solidarietà: i partecipanti saranno invitati a fare una donazione al Fondo Dona lavoro, la nuova fase del Fondo Famiglia Lavoro attraverso il quale dall’inizio della crisi economica, la diocesi di Milano sostiene le famiglie in difficoltà.

 E per le Palme l’Ufficio nazionale di Pastorale giovanile della Cei ha preparato un piccolo strumento da consegnare ai giovani, un “sostegno al cammino personale” si legge sul sito. Si tratta de “Il segnapasso” e contiene il primo quadro dell’artista olandese Kees de Kort che dipingerà gli episodi legati alla figura del discepolo amato, filo conduttore dei lavori del Sinodo dei Vescovi sul tema giovani in programma ad ottobre 2018. Intanto in questi giorni sta arrivando in tutte le diocesi italiane un “dono” dalla diocesi calabrese di Locri-Gerace: l’essenza di bergamotto per la profumazione del Sacro Crisma che viene consacrato, insieme all’olio dei catecumeni e degli infermi, durante la Messa Crismale in ogni chiesa particolare mentre nella diocesi di Sarno-Nocera il progetto “Misericordia e luce di perdono” ha visto impegnati alcuni detenuti nella realizzazione di ceri pasquali per le parrocchie e i conventi della diocesi.

Una iniziativa promossa dal cappellano del carcere di Salerno, don Rosario Petrone e accolta dal vescovo, monsignor Giuseppe Giudice. E mercoledì dopo Pasqua, arriveranno a Roma, fra gli altri, in pellegrinaggio gli adolescenti della diocesi di Cremona su iniziativa della Federazione Oratori Cremonesi. Il pellegrinaggio – con al centro il tema “La scia la tua orma” -  inizierà il lunedì precedente nella basilica di santa Maria Maggiore.

Ti potrebbe interessare