“Dio mi donò un fratello”. Assisi ricorda l'incontro tra San Francesco e Sant'Antonio

Al via le iniziative francescane in occasione dello storico incontro, avvenuto otto secoli fa, tra San Francesco d’Assisi e Sant’Antonio di Padova

Assisi
Foto: ACI Stampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Al via le iniziative francescane in occasione dello storico incontro, avvenuto otto secoli fa, tra San Francesco d’Assisi e Sant’Antonio di Padova. Per l’occasione si terranno nella Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi sabato 29 maggio, a partire dalle 16, una serie di appuntamenti dal titolo “Dio mi donò un fratello. Francesco d’Assisi e Antonio di Padova a 800 anni dal Capitolo delle stuoie”.

Alle 19 nella Basilica Superiore di San Francesco Monsignor Domenico Sorrentino, Arcivescovo di Assisi, presiederà la preghiera fraterna dove verrà esposto il busto reliquiario di sant'Antonio di Padova. "L’evento voluto dai frati della Provincia italiana di sant’Antonio di Padova e dai frati del Sacro Convento d’Assisi ripercorre l’incontro avvenuto il 30 maggio 1221 tra frate Francesco e frate Antonio, giovane naufrago proveniente dal Portogallo, e con loro tutti i frati dell'Ordine che poterono raggiungere Santa Maria degli Angeli per la grande assemblea del Capitolo delle stuoie", riporta una nota ufficiale.

"L’iniziativa di sabato sarà l’occasione per rievocare la bellezza dell'incontro tra due innamorati di Dio che continuano a ispirare la vita nostra e di tanti uomini e donne di buona volontà - hanno dichiarato fra Marco Moroni, Custode del Sacro Convento di Assisi, e fra Roberto Brandinelli, Superiore provinciale della Provincia Italiana di S. Antonio di Padova -. Alle 19 nella Basilica Superiore di San Francesco si terrà una preghiera fraterna dove verrà esposto il busto reliquiario di sant'Antonio di Padova".

L’incontro di preghiera sarà vissuto in presenza (200 posti) e trasmesso in streaming in diretta Facebook su @sanfrancescoassisi e @fratidisantantoniodipadova, e sul canale YouTube di San Francesco d’Assisi e del Messaggero di Sant’Antonio

 

Ti potrebbe interessare