Diocesi di Firenze: inaugurata la replica della Porta Sud del Battistero

E' stata inaugurata la replica della Porta Sud del Battistero di Firenze che sostituisce l'originale di Andrea Pisano

Restauro della Porta Sud
Foto: Opera Duomo Firenze
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

È stata inaugurata la replica della Porta Sud del Battistero di Firenze. La nuova porta, che andrà a sostituire l’originale di Andrea Pisano, in restauro, è stata benedetta in occasione della festa di San Giovanni, il 24 giugno, patrono della città, dall'Arcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori.

Il restauro del prezioso manufatto – realizzato da Andrea Pisano tra il 1330 e il 1336 – è reso possibile dall’Opera di Santa Maria del Fiore che ne ha finanziato interamente la realizzazione.
Nel caso della riproduzione della Porta Sud di Andrea Pisano, a cura della Galleria Frilli di Firenze, non esistevano calchi in gesso a cui poter attingere per la sua realizzazione, a differenza delle due porte create dal Ghiberti.

Per questo si è dovuti ricorrere a tecnologie innovative e all'avanguardia, attraverso le quali è stato possibile scannerizzare l'intera superficie della Porta, pannelli e cornici incluse: ogni singola porzione della superficie scansionata è stata ricomposta poi al computer per ricreare il pannello o la cornice in oggetto.

La sostituzione della Porta Sud si è resa necessaria per motivi di conservazione, come in precedenza per la Porta del Paradiso e per la Porta Nord. 3 anni di lavoro, 40mila ore di lavoro, 15 persone impiegate, 350 ore di cesello sul bronzo per ognuno dei 28 pannelli, 3,5 tonnellate di bronzo, 15 di materiale refrattario, 400 kg di cera per realizzare gli stampi, 1 tonnellata di silicone per fare i calchi dei pannelli e della cornice.

"E oggi come ieri - riporta il sito ufficiale dell'Opera di Santa Maria del Fiore -  la tradizione, le abilità e le competenze artigiane restano ancora gli ingredienti primari di un’opera di altissima qualità, fedelissima riproduzione di un capolavoro simbolo di Firenze e della sua storia".

 

 

Ti potrebbe interessare