Gioia, preghiera e intrattenimento per la Giornata dei Giovani in Sicilia

Mons Peri con i giovanissimi
Foto: Ufficio Stampa diocesi di Caltagirone
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sicilia, saranno tanti i giovani radunati per la giornata del dono e del perdono. Tutte le attività e gli spettacoli sono previste per il 4 luglio a Caltagirone (CT).

Tra gli ospiti Don Giacomo Pavanello, la giornalista Rai Ilenia Petracalvina, la compagnia teatrale Nèon Teatro, la sand artist Stefania Bruno. Durante la serata anche due videoperformance di Nek e Roberto Lipari. Suoneranno I Figli dell’Officina, i Milk e i Metatrone.

Aspettando Cracovia, il 4 luglio è già festa a Caltagirone con la Giornata Regionale dei Giovani, organizzata dall'Ufficio per i Giovani della Conferenza Episcopale Siciliana (CESI) in collaborazione con la Diocesi di Caltagirone in occasione del Bicentenario della sua fondazione.

La Diocesi di Caltagirone nel 2016 diventa così la sede del più importante raduno di Sicilia dedicato ai giovani e alla fede, si attendono circa 2 mila partecipanti provenienti dalle 18 Diocesi siciliane, condivideranno tutti insieme momenti di intrattenimento e di festa in preghiera.

Alle ore 16,30 avrà inizio una gioiosa catechesi guidata da Don Giacomo Pavanello, nominato missionario della Misericordia da Papa Francesco; con lui sul palco saliranno per una testimonianza alcuni ragazzi che arriveranno da Marsala. Subito dopo alle ore 18.00 nel giardino pubblico verrà celebrata la Santa Messa presieduta da Calogero Peri, Vescovo della Diocesi di Caltagirone e delegato per la Pastorale Giovanile.

“Il futuro appartiene ai giovani – dice Mons. Peri - con la loro creatività rappresentano una colonna portante della nostra società, non possiamo tenerli ai margini, dovremmo liberarli dalle penalizzazioni tipiche della nostra terra che ne ostacolano lo sviluppo, la piena realizzazione, l'espressione. Anche Gesù da giovane ha vissuto in un contesto pieno di opposizioni, non ha mai smesso di andare avanti nella sua missione, ha fatto grandi rivoluzioni e ha liberato il genio femminile donandogli accoglienza e affidando proprio alle donne il messaggio della Resurrezione. Crediamo nei giovani, possono fare grandi cose. Crediamo nelle loro capacità perché possano costruire il futuro della nostra comunità. La fede possa diventare per loro un valore aggiunto, un elemento di riscatto, un punto di partenza”.

Dalle ore 21.00 ci sarà spazio per canti, testimonianze di fede, video e performance di attori, scrittori, comici, cantanti e artisti sul tema della giornata “Giovani X Dono”.

Alle 23.30 il vescovo aprirà la processione per recarsi nella chiesa di San Francesco di Paola e vivere l'Adorazione Eucaristica. Durante la notte le porte della Chiesa, che è adiacente al giardino pubblico, rimarranno aperte fino alle ore 8,00 del 5 luglio per l’adorazione del Santissimo Sacramento e per la celebrazione del Sacramento della Riconciliazione. Il raduno si concluderà con un tour dei giovani alla scoperta della città della ceramica.

La partecipazione è aperta a tutti, i gruppi e i singoli che per confermare la loro presenza potranno registrarsi tramite il sito web creato per il bicentenario della Diocesi di Caltagirone (www.bicentenariodiocesidicaltagirone.it).

Ti potrebbe interessare