Giornata Mondiale dell’Alimentazione, Papa Francesco: “La sfida è eliminare la fame”

In un messaggio inviato alla FAO, Papa Francesco indica quattro ambiti di azione per eliminare la fame del mondo

Papa Francesco durante una delle sue visite alla FAO
Foto: Vatican Media
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Quattro ambiti di azione per eliminare la fame nel mondo: nei campi, nel mare, nella tavola, nella riduzione di spreco alimentare. Papa Francesco sviluppa questi campi di azione in un messaggio inviato alla FAO in occasione della celebrazione annuale della Giornata Mondiale dell’Alimentazione.

Eliminare la fame, dice Papa Francesco, è una “meta ambiziosa”, che va accompagnata anche ala sfida di trovare “soluzioni innovative che possano trasformare il modo in cui produciamo e consumiamo gli alimenti per il benessere delle persone e del pianeta”, cosa “improrogabile per accelerare la ripresa post pandemica”.

Papa Francesco sottolinea che “ognuno di noi ha una funzione da svolgere nella trasformazione dei sistemi alimentari a beneficio delle persone e del pianeta”, e rimarca la presenza di “un autentico paradosso riguardo l’accesso al cibo”.

Ci sono, dice Papa Francesco, “da un lato, più di 3.000 milioni di persone non hanno accesso a una dieta nutriente, mentre, dall’altro, quasi 2.000 milioni di persone sono in sovrappeso o affetti da obesità a causa di una cattiva alimentazione e di uno stile di vita sedentario”.

Papa Francesco sottolinea che “i nostri stili di vita e le nostre pratiche di consumo quotidiane influiscono sulla dinamica globale e ambientale, ma se aspiriamo a un cambiamento reale, dobbiamo esortare produttori e consumatori a prendere decisioni etiche e sostenibili e sensibilizzare le generazioni più giovani sull’importante compito che svolgono per rendere realtà un mondo senza fame”.

Il primo passo, per Papa Francesco, è quello di “conoscere la nostra Casa Comune, proteggerla ed essere consapevoli della sua importanza”. Il Papa sottolinea che “la pandemia ci dà l’opportunità di cambiare rotta e investire in un sistema alimentare mondiale che possa far fronte con sensatezza e responsabilità a future crisi”.

Papa Francesco definisce il fondamentale” contributo dei piccoli produttori, e chiede di “facilitare il loro accesso all’innovazione che, applicata al settore agroalimentare, può rafforzare la resistenza al cambiamento climatico, aumentare la produzione di cibo e sostenere quanti lavorano nella catena di valore alimentare”.

Inoltre, Papa Francesco invita a “superare la fredda logica del mercato, incentrata avidamente sul mero beneficio economico e sulla riduzione del cibo a una merce come tante, e rafforzare la logica della solidarietà”.

Ti potrebbe interessare