I cattolici del Nord Europa preparano la messa con Papa Francesco

Padre Fredrik Emanuelson OMI
Foto: TW
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Conclusa la seconda tappa del viaggio in Caucaso il Papa prepara la visita in Svezia per il 31 ottobre e il primo novembre.

Il viaggio era nato come una partecipazione alla sola commemorazione dei 500 anni della Riforma nella cattedrale di Lund organizzata dalla Federazione Mondiale e dal Pontificio consiglio per l’unità dei cristiani. Ma i cattolici svedesi, circa 150 mila in 44 parrocchie, hanno chiesto ed ottenuto che il Papa si trattenesse una mattina in più per la messa del Primo novembre. Non è stato facile trovare il luogo adatto, considerando che Lund è una cittadina e l’unico luogo adatto al chiuso a Malmö l’Arena, viene usato per un kermesse di musica e testimonianza ecumenica il 31 pomeriggio e non era disponibile per il giorno dopo. I cattolici hanno così scelto lo Swedbank Stadion a Malmö, all’aperto.

In diocesi, la unica diocesi della Svezia, si lavora alacremente. In particolare Padre Fredrik Emanuelson vicario episcopale per la evangelizzazione della Diocesi di Stoccolma ci spiega come i fedeli potranno partecipare alla messa:

Saranno principalmente distribuiti biglietti, sempre gratuiti, attraverso le parrocchie, le missioni nazionali (come quella attivissima italiana) della nostra diocesi, ma anche nelle diocesi di Helsinki, Oslo e Copenhagen. Successivamente il resto dei biglietti sarà distribuito anche tramite sistemi on line di tiketing per poter arrivare a tutti. Abbiamo circa 19 mila biglietti da distribuire e aspettiamo fedeli da ogni parte del Nord Europa, dalla Germania e dalla Polonia. Sono attesi anche molti ospiti ecumenici, ma speriamo di avere un partecipazione molto vasta.

Come avete preparato la messa ?

La liturgia è quella della Solennità di tutti i Santi e sarà celebrata in latino con letture in svedese e la preghiere dei fedeli in cinque lingue che rappresentano le differenti culture presenti nella diocesi. Il coro riunisce cantori da ogni parte della diocesi con 200 voci di cui 60 giovani. Questo per ora il programma della Commissione liturgica diocesana che lavora in  stretta collaborazione con il Maestro delle Cerimonie Pontificie, monsignor Guido Marini.

Che cosa si aspettano i cattolici svedesi da questa visita?

Noi cattolici siamo felicissimi che il Papa abbia deciso di celebrare la Santa Messa con noi, manifestando così la nostra unità con il Papa nella vasta differenza culturale della cattolicità delle Chiese dei paesi del Nord Europa. E particolarmente nella solennità di tutti i santi nella quale la Svezia celebra una nuova santa , canonizzata lo scorso 5 giugno, santa Maria Elisabeth Hesselblad.

Quali doni per il Papa?

La Diocesi e la Chiesa Luterana Svedese si presenteranno insieme al Papa con il dono di una icona probabilmente di San Francesco.

Ti potrebbe interessare