Il Cardinale Turkson: “Clima, è il momento di concertare un intervento”

Il Cardinale Turkson: “Clima, è il momento di concertare un intervento”

Il Cardinale Turkson
Foto: Archivio CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“La pubblicazione della ‘Laudato Si’’ di Papa Francesco voleva essere un incoraggiamento ai lavori del vertice COP 21, che avrebbe condotto allo storico Accordo di Parigi sul Clima, volto a mantenere la temperatura media della superficie del pianeta “ben al di sotto di 2°C” e a intensificare gli sforzi per limitare addirittura l’aumento a 1,5°C.”. Scrive così in un messaggio il Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, il Cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson, alla Comunità Scientifica in occasione del 4° Anniversario dell’Enciclica Laudato Si’ di Papa Francesco.

“La soglia di 1,5°C è una soglia fisica critica, in quanto consentirebbe ancora di evitare molti impatti distruttivi dei cambiamenti climatici causati dall'uomo, come la regressione delle principali calotte glaciali e la distruzione della maggior parte delle barriere coralline tropicali – riporta il Prefetto nel Messaggio - In particolare, salvaguarderebbe probabilmente la nostra casa comune dal trasformarsi in una serra. Con il riscaldamento globale di circa 1°C verificatosi dalla rivoluzione industriale, stiamo già assistendo al grave impatto dei cambiamenti climatici sulle persone, in termini di condizioni meteorologiche estreme, quali siccità, inondazioni, innalzamento del livello del mare, tempeste devastanti e feroci incendi. La crisi climatica sta raggiungendo proporzioni senza precedenti. L’urgenza, pertanto, non potrebbe essere maggiore”.

Per il Cardinale Turkson “la soglia di 1,5°C è anche una soglia morale: si tratta dell’ultima possibilità di salvare tutti quei paesi e i molti milioni di persone vulnerabili che si trovano nelle regioni costiere. Sono i poveri a pagare il prezzo più alto dei cambiamenti climatici”.

Per il Prefetto è “il momento di concertare un intervento”. Conclude il Cardinale Turkson il suo messaggio: “È bene unirsi agli scienziati e ai giovani nel sollecitare la nostra famiglia umana, soprattutto quanti si trovano in posizioni di potere politico ed economico, ad intraprendere interventi drastici per cambiare rotta. C’è ancora speranza, tanta speranza, c’è ancora il tempo per agire ed evitare gli effetti peggiori dei cambiamenti climatici”.

 

 

Ti potrebbe interessare