Il Giubileo Diocesano: Frascati

La Cattedrale di San Pietro a Frascati
Foto: Wikipedia
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Un impegno lungo un anno. Sono le iniziative messe in campo dalla Diocesi suburbicaria di Frascati ed illustrate ad Acistampa dal Vescovo, Monsignor Raffaello Martinelli.

In particolare l’impegno si articola sul fronte del sacramento della Riconciliazione attraverso una “devota e frequente celebrazione”: in questo senso  in ogni vicaria è aperta una chiesa un giorno alla settimana per le Confessioni; in ogni parrocchia ogni sacerdote è disponibile in confessionale due ore al giorno ed in Cattedrale ogni giorno dalle 7 alle 20 è pronto un confessore.

La Porta Santa è stata aperta in Cattedrale il 13 dicembre scorso. I pellegrinaggi possono essere personali o familiari. L’11 febbraio si è svolto quello per ammalati e diversamente abili, il 23 giugno toccherà a Confraternite e Movimenti, l’8 ottobre sarà la volta del mondo della scuola.

I giovani della Diocesi di Frascati parteciperanno alla Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia dal 26 al 31 luglio. Dal 3 novembre scorso si stanno preparando all’evento con incontri – il martedì – ogni 15 giorni che prevedono catechesi ed Adorazione Eucaristica.

La Diocesi inoltre lavora ad un impegno caritativo supplementare a favore delle famiglie con difficoltà economiche: individuazione e discernimento attraverso i centri d’ascolto parrocchiali; contributo supplementare economico personalizzato, erogato dalla Caritas diocesana; accoglienza, in appartamento diocesano, di una famiglia straniera in grave difficoltà e senza alloggio; dormitorio per uomini senza tetto e senza letto; possibilità di docce durante il giorno.

A partire da sabato 2 aprile e fino a sabato 25 giugno la Cattedrale sarà aperta ogni sabato sera dalle 20 alle 24.  “Alcuni Istituti religiosi, movimenti/associazioni ecclesiali, fedeli e gruppi parrocchiali animeranno a turno  sia l'adorazione del SS.mo Sacramento, solennemente esposto sull’altare in Cattedrale, sia l'annuncio gioioso del Signore risorto, alle persone soprattutto giovani, che affollano, durante i sabati sera, le piazze e le strade adiacenti la Cattedrale. Tale annuncio viene attuato, nelle forme e modi propri del rispettivo carisma religioso, comunitario e personale. In Cattedrale le modalità saranno caratterizzate da un clima di raccoglimento adorante, accoglienza delle persone che vi entrano, proposta di testi biblici e magisteri ali sulla misericordia e rispetto del silenzio adorante per il 50% del tempo. All’esterno della Cattedrale invece si punterà sull’impegno di evangelizzazione nelle piazze e vie affollate adiacenti la Cattedrale, annuncio di Cristo risorto, volto della misericordia di Dio, atteggiamento sempre rispettoso e sereno verso tutti, dialogo senza cadere in discussioni, battibecchi… rispetto e accettazione serena di eventuali rifiuti e invito ad entrare in Cattedrale per qualche minuto adorante. In Cattedrale sarà sempre disponibile almeno un sacerdote per celebrare il Sacramento della Riconciliazione e per la Direzione/Colloquio Spirituale.

Tra le iniziative già messe in atto i ritiri e gli esercizi spirituali in Avvento e Quaresima e la partecipazione alle “24 ore per il Signore”. Il prossimo 16 aprile, infine, previsto il pellegrinaggio diocesano a Roma presso la Basilica di San Paolo fuori le Mura.

Ti potrebbe interessare