Il Papa: "Dedichiamo tempo alla Parola di Dio"

Il Papa riceve in udienza la Delegazione dell’“United Bible Societies Relations Committee”
Foto: OR / Aci Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Formulo il vivo augurio che la grazia dello Spirito Santo sia con voi e con tutti coloro che compiono ogni sforzo per far conoscere il Vangelo, facilitando l’accesso alla Bibbia nelle lingue più diverse e, oggi, attraverso le molteplici forme di comunicazione sociale". Così il Papa stamane, salutando la Delegazione del “United Bible Societies Relations Committee”.

Francesco ricorda che "siamo servitori della Parola di vita eterna, e crediamo che non solo di pane vive l’uomo ma di ogni parola che esce della bocca di Dio. Quindi, con l’aiuto dello Spirito Santo, dobbiamo nutrirci alla mensa della Parola tramite la lettura, l’ascolto, lo studio e la testimonianza di vita. Noi dedichiamo tempo a coloro che amiamo, e qui si tratta di amare Dio, che ci ha voluto parlare e ci offre parole di vita eterna".

Nello stesso tempo - aggiunge il Pontefice - "siamo servitori della Parola di riconciliazione, anche tra cristiani. È giusto quindi aspettarci un nuovo impulso alla vita spirituale dall’accresciuta venerazione per la Parola di Dio".

La Parola ci aiuta ad essere "in uscita" e pertanto occorre - dice ancora il Papa - "che la Chiesa esca ad annunciare il Vangelo a tutti, in tutti i luoghi, in tutte le occasioni, senza indugio, senza repulsioni e senza paura"

"Siamo servitori - conclude - della Parola di verità, convinti che l’unità voluta da Dio può realizzarsi soltanto nella comune adesione all’integrità del contenuto della fede rivelata. E siamo servitori della Parola di Dio potente che illumina, protegge e difende, guarisce e libera. Per essa molti dei nostri fratelli e sorelle sono in prigione e molti di più hanno versato il loro sangue come testimonianza della loro fede in Gesù Signore".

Ti potrebbe interessare