Il Papa: “E’ mio desiderio che buddisti e cattolici intensifichino il loro rapporto”

Papa Francesco
Foto: Daniel Ibanez / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Vi ringrazio per il dono prezioso del vostro Sacro Libro tradotto in lingua contemporanea dai monaci del Tempio Wat Pho. Si tratta di un segno tangibile della vostra generosità e dell’amicizia che ci lega ormai da lunghi anni, un cammino fatto di piccoli passi”. Il Papa saluta così una Delegazione Buddista venuta dalla Thailandia in Vaticano.

“Ricordo in particolare l’incontro in Vaticano tra il Beato Papa Paolo VI e il Venerabile Somdej Phra Wanaratana, la cui effige è esposta all’ingresso del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, che in questi giorni avete avuto occasione di visitare”, osserva il Pontefice.

“È mio vivo desiderio che buddisti e cattolici intensifichino il loro rapporto – il Pontefice conclude con un auspicio - progrediscano nella reciproca conoscenza e nella stima delle rispettive tradizioni spirituali, e siano nel mondo testimoni dei valori della giustizia, della pace e della tutela della dignità umana.

 

 

Ti potrebbe interessare