Il Papa: "Le Ferrovie dello Stato siano sempre più attrattive, sostenibili e solidali"

Papa Francesco ai dirigenti delle Ferrovie dello Stato: "Come Dirigenti voi portate, a nome della collettività, una grande responsabilità"

Papa Francesco
Foto: Daniel Ibanez / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Le Ferrovie dello Stato sono per il Paese un fondamentale mezzo di trasporto e connessione, oltre a rappresentare un sostegno e un incentivo per lo sviluppo economico e sociale. Esse costituiscono una articolazione capillare che unisce le varie zone del Paese sia dal punto di vista pratico che ideale, favorendo lo scambio di persone e di merci, di esperienze e conoscenze, di cultura e di ricchezza". Papa Francesco accoglie con queste parole i Dirigenti e Dipendenti del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, ricevuti questa mattina presso la Sala Clementina in Vaticano.

"La vostra responsabilità - dice il Papa ai dirigenti  - si estende anche a quanti, saltuariamente o con cadenza quotidiana, usano il treno come mezzo di trasporto, per recarsi al lavoro o per turismo, o per raggiungere i propri cari che abitano lontano. Infatti lo sforzo di rendere sempre più efficiente il servizio ferroviario influisce non poco sulla loro qualità di vita, rendendo più spediti e confortevoli i loro spostamenti".

Il Pontefice poi osserva: "Vorrei formulare il mio augurio per le Ferrovie italiane con tre qualità: che possano essere sempre più attrattive, sostenibili e solidali".

"Siano attrattive - commenta Papa Francesco -  perché capaci di richiamare investimenti, di migliorare la qualità, di favorire gli scambi commerciali e generare nuove realtà imprenditoriali. Siano attrattive perché sempre più belle, luoghi dove ci si sente accolti e a proprio agio, e dove diventa gradevole tornare. Il trasporto ferroviario diventi anche sempre più sostenibile, sia perché economico per il mondo delle imprese e per i singoli cittadini, sia perché rispettoso del territorio che attraversa e delle comunità che coinvolge. Sostenibile poi dal punto di vista ambientale, aspetto al quale già dedicate molto impegno, per far sì che l’impatto sia il più contenuto possibile, e le emissioni di anidride carbonica, così insidiose per l’ecosistema e per i suoi equilibri, siano ridotte al massimo. Non posso che lodarvi per questo impegno, che portate avanti con precise scelte strutturali, e che rendono il treno il mezzo con l’impatto di gran lunga inferiore, se paragonato a quello degli autoveicoli o dell’aereo".

"Infine - conclude il Papa -  le Ferrovie che pensate per il prossimo futuro diventino sempre più solidali: favoriscano le famiglie e agevolino chi è più in difficoltà per l’età avanzata, i limiti fisici, o un reddito poco elevato. Siano solidali però anche per la loro effettiva diffusione e per una uguale qualità dei servizi che offrono nelle varie zone e sulle diverse tipologie di treno".

 

Ti potrebbe interessare