Il primo evento del Giubileo raccoglie mezzo milione di fedeli

Papa Francesco in preghiera davanti a San Pio e San Leopoldo
Foto: Osservatore Romano
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Mezzo milione per Padre Pio e Padre Leopoldo. Lo comunica il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione. “Il primo grande evento previsto dal calendario del Giubileo- si legge in un comunicato ufficiale- ha riscontrato un flusso di pellegrini sopra ogni aspettativa”. Inoltre “la presenza costante dei mass media - ai quali vorremmo rivolgere un ringraziamento particolare - ha permesso anche ai malati, ai carcerati, agli anziani costretti a casa di seguire le celebrazioni attraverso la televisione e le dirette radiofoniche”.

Il testo parla di “innumerevoli” testimonianze di fede e devozione dei fedeli che sono venuti a rendere omaggio ai due Santi della Misericordia.  Ovviamente “non possiamo dimenticare, poi, lo stupore dei tanti fedeli che sabato pomeriggio hanno assistito al gesto spontaneo di Papa Francesco, che ha voluto unirsi a loro, sostando in preghiera davanti a San Leopoldo e San Pio”.

Il momento culminante l'invio dei Missionari della Misericordia: “750 i Missionari presenti a San Pietro durante la celebrazione del Mercoledì delle ceneri, ma più di 300 erano uniti in preghiera da tanti luoghi lontani. Durante l'incontro a loro riservato, il giorno precedente, Papa Francesco ha parlato ai loro cuori, istruendoli su come svolgere con tenerezza la missione di portare ad ogni uomo l'abbraccio misericordioso del Padre”.

Infine la Santa Messa di congedo presieduta dall’ arcivescovo Rino Fisichella nella quale “si è visto l’affetto e la costante preghiera delle migliaia di pellegrini. Toccante è stata la processione delle reliquie al termine della liturgia per consentire a tutti i presenti di rendere omaggio un'ultima volta a San Leopoldo e San Pio”.

Il comunicato si conclude con il grazie “ai Frati Cappuccini per la loro disponibilità. Si ringrazia inoltre il Corpo della Gendarmeria Vaticana e della Guardia Svizzera Pontificia, la Fabbrica di San Pietro, e tutte le Forze dell’Ordine dello Stato Italiano per la fattiva e costante collaborazione”.

Ti potrebbe interessare