In cammino verso il Giubileo... San Giulio, Papa

Padre Dario Frattini, Parroco di San Giulio Papa
Foto: P. Dario Frattini
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Prosegue la nostra “inchiesta” sul Giubileo della Misericordia atteso dalle parrocchie romane. Abbiamo raggiunto Padre Dario Frattini, parroco di San Giulio Papa, in zona Gianicolense.

Che significato ha il Giubileo della Misericordia nel contesto concreto della Sua Parrocchia?

Premetto che nella nostra Parrocchia gli insegnamenti che emana il Giubileo della Misericordia, già da tempo fanno parte delle attività svolte normalmente. Per quanto riguarda la catechesi sono in atto corsi di preparazione a tutti i Sacramenti di Iniziazione Cristiana, con relative attività di sostegno post sacramentale alle famiglie. Con l'inizio dell'Anno della Fede, si è dato corso in Parrocchia a una serie di incontri di formazione tenuti da Docenti dell'Ufficio Catechistico Diocesano indirizzati sia ai genitori dei bambini battezzati nel corso dell'anno, che a tutta la comunità. Da tre anni è stata messa in atto una nuova iniziativa riguardante la Benedizione delle famiglie nel periodo pasquale. Sono state identificate 21 zone del territorio parrocchiale, dove poter riunire le famiglie dei palazzi interessati e celebrare nei vari Condomini la S. Messa. Ad ogni zona fanno capo altrettanti coordinatori responsabili dell'organizzazione. Si è creata inoltre una rete di Ministri Straordinari della Comunione che quotidianamente si recano a visitare i malati e gli anziani non deambulanti in tutto il territorio parrocchiale, cliniche comprese. Tutte le attività liturgiche come le S. Messe, L'Adorazione Eucaristica, le Lodi e i Vespri vengono svolte regolarmente e fanno registrare una buona partecipazione. Un'altra attività molto sentita dalla comunità è la Processione Eucaristica per la festa del Santo Patrono e la Via Crucis in occasione della Quaresima, che si svolgono per le vie del quartiere. L'oratorio parrocchiale costituisce un punto di riferimento per tutto il quartiere e vede l'affluenza di bambini, ragazzi e giovani in modo particolare nel periodo estivo con il GREST annuale. Tra le altre attività, si svolgono anche campi scuola adatti per località e durata alle varie fasce di età. Per quanto riguarda la Carità, vengono svolte regolarmente raccolte di generi alimentari e indumenti e somme di denaro per far fronte alle necessità dei poveri. Esiste anche un Centro d'Ascolto aperto un giorno a settimana per raccogliere le istanze dei fratelli meno fortunati.

Quali iniziative avete intenzione di mettere in campo a livello parrocchiale?

Tutte le attività che abbiamo previsto per l'Anno Santo dovrebbero svolgersi esclusivamente all'esterno delle strutture parrocchiali in quanto è in fase di realizzazione un progetto di ristrutturazione totale, di tutti i locali della Parrocchia chiesa compresa.

Il Giubileo come può rivitalizzare la vita comunitaria della parrocchia?  Avete intenzione di coinvolgere in particolare laicato e famiglie?

Nonostante tutte queste difficoltà abbiamo deciso di dare dei segni forti che costituiscano momenti di formazione spirituale e di presenza della Chiesa nelle famiglie. A tal proposito si è ipotizzato di portare di nuovo la “Parola” nelle singole famiglie, ferma restando però la benedizione pasquale nella modalità sopra descritta. Abbiamo deciso di utilizzare per rendere pubblica questa iniziativa lo slogan “l'Anno Santo a casa tua”. Durante l'Anno Giubilare, visiteremo le quattro Basiliche come momento di spiritualità comunitaria. Si è ipotizzato inoltre, lavori di ristrutturazione permettendo, una catechesi sulla Bolla “Misericordiae Vultus” e  sull’Enciclica “Laudato si'”da tenersi nei locali della Parrocchia.

Ti potrebbe interessare