In Vaticano i religiosi da ogni Continente: "Svegliate il mondo"

Il logo dell'Anno della Vita consacrata
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Con la veglia di ieri sera in piazza San Pietro ha preso il via l’incontro mondiale dei religiosi in Vaticano. Una serata di preghiera soprattutto, per circa 5mila consacrati, che da oggi affolleranno l’aula Paolo VI ogni mattina fino a sabato prossimo; nel pomeriggio invece animeranno laboratori e veglie in varie parrocchie di Roma. Per domani alle 12, inoltre, sempre in Sala Nervi, è previsto l’incontro con Papa Francesco, che saluterà i consacrati prima del suo viaggio a Cuba, Stati Uniti e Onu.

“Svegliate il mondo – Vangelo, Profezia, Speranza” è il tema dell’evento, organizzato dalla Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica nell’ambito dell’Anno della Vita Consacrata. Ieri il Segretario della stessa congregazione Mons. José Rodríguez Carballo, O.F.M.ha presieduto la veglia in Piazza San Pietro, che ha preso in prestito un’esortazione fatta proprio da Papa Francesco.

“Svegliate il mondo! Svegliate il mondo!” disse Bergogliio ai consacrati durante un video messaggio proiettato in Santa Maria Maggiore durante la veglia del 29 novembre 2014, alla vigilia dell’anno speciale, mentre il Pontefice era in Turchia per il suo viaggio apostolico.

La cosa più importante per i consacrati? “La libertà di cuore, l’obbedienza, la castità e la povertà – ha spiegato l’arcivescovo Carballo annunciando l’incontro- . Così, come vengono professate da noi, non hanno altra finalità se non un cuore totalmente libero e disponibile per il Signore e per i fratelli; e non è facile in questa società. Ma proprio perché non è facile, direi che è una scelta profondamente profetica in questa cultura. Ricordiamo quello che dice Francesco: ”Ciò che non può mancare mai nella vita di un consacrato è la profezia”. In questo senso, i consigli evangelici sono vera profezia in un mondo profondamente secolarizzato”.

Tanti i percorsi per i giovani religiosi a corollario dell’evento: il cammino dell'annuncio (notte missionaria al centro di Roma), il cammino dell'incontro (itinerari con alcune organizzazioni socio-ecclesiali: Caritas, Comunità di Sant’Egidio, Talitha Kum), il cammino della bellezza (visite guidate ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina).

Nel programma tanti punti salienti, come la Celebrazione eucaristica nella Basilica papale di S. Pietro presieduta dal Prefetto della Congregazione, S.E.R. il Cardinale João Braz de Aviz, prevista per il 19 alle ore 11:30 o la serata di musica e testimonianza in Piazza S. Pietro, prevista per dopodomani 18 settembre alle ore 20.30.

Sempre il 19 settembre avrà luogo la grande Celebrazione della Memoria dei Santi e dei Martiri della Vita Consacrata, preghiera itinerante che partirà da Santa Maria in Aracoeli, attraverserà il Carcere Mamertino e i Fori Imperiali per arrivare al Colosseo.

Ti potrebbe interessare