Indigeni e famiglie per la terza giornata del Papa in Messico

Danze indigene all' arrivo del Papa in Messico
Foto: Alan Holdren/ CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sono le 14 a Roma e le 7 di mattina a Città del Messico quando il Papa lascia la nunziatura per recarsi in Chiapas. Il Papa si sposta all’estremo Sud Est del Paese, vicino al confine con il Guatemala, con l’America Centrale, e nella regione caratterizzata dalla presenza indigena. Francesco quindi va sia al confine sud, verso il Centroamerica, da dove i migranti entrano, sia poi alla fine al confine nord, verso gli Stati Uniti, dove i migranti cercano di uscire.

Due ore di volo per arrivare a Tuxtla Gutierrez, la città principale del Chiapas, e con l’elicottero, il Papa arriva a San Cristóbal de las Casas, capitale storica culturale della regione, una città antica, importante il cui primo vescovo è stato Bartolomeo de las Casas, figura famosissima della Chiesa impegnata anche per i popoli indigeni, per la difesa dei diritti delle popolazioni locali già nel XVI secolo. Il nome “las Casas” dipende proprio da questo: dal fatto che Bartolomeo de las Casas sia stato il primo vescovo di questa città.

Alla Messa nel campo sportivo municipale si attendono circa cento mila persone, molti gli elementi indigeni: letture, canti e parti della Messa sono nelle lingue locali, tzeltal, tchol, tzotzil. Questa Messa è anche l’occasione in cui diventa ufficiale l’autorizzazione della Chiesa, da parte del Papa, a usare queste lingue nella liturgia.

Il Papa poi incontra alcuni indigeni per pranzo alla curia vescovile. Gli ospiti sono otto fedeli indigeni rappresentanti di questi gruppi degli indigeni della zona.

Dopo il pranzo visita della cattedrale, che è una cattedrale storica dove il Papa incontra anziani e malati. Di nuovo in elicottero per Tuxtla Gutierrez e allo Stadio Victor Manuel Reyna,avviene l’incontro con le famiglie. Tre famiglie che portano la loro testimonianze di famiglie in situazioni piuttosto diverse e anche difficili e un messaggio della diocesi.

L’incontro con le famiglie a Tuxtla Gutierrez ha un significato nazionale, per tutte le famiglie del Messico.

Ancora due ore di aereo per il Papa per rientrare a Città del Messico.

Ti potrebbe interessare