Kansas City, si dimette il vescovo che coprì gli abusi

Arcivescovo Robert W. Finn
Foto: Catholic News Agency
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Era stato condannato due anni fa per aver coperto degli abusi nella sua diocesi. Da martedì 20 aprile, Robert W. Finn non amministra più l’arcidiocesi di Kansas City – St. Joseph, perché Papa Francesco ha accettato le sue dimissioni. E mercoledì 21 aprile, il Papa ha nominato Amministratore apostolico della Sede Vacante Mons. Joseph F. Neuman.

L’arcivescovo Finn era stato riconosciuto colpevole nel 2012 di avere protetto padre Shawn Ratigan che per anni aveva scattato foto pedopornografiche a bambini della sua parrocchia. Si riconobbe che quando le foto di padre Ratigan erano state trovate nel 2010, ma gli officiali della diocesi dissero agli ufficiali giudiziari a maggio 2011, mesi dopo la loro scoperta.

Una indagine indipendente commissionata dalla diocesi sostenne che i membri della diocesi avevano investigato in maniera lacunosa, anche se una sola immagine di quelle ritrovate costituiva pornografia. Ulteriori indagini hanno poi rivelato che le foto sono state prese intorno alle chiese in cui padre Ratigan aveva servito come parroco. Nel 2012 – che dopo essere stato scoperto aveva tentato il suicidio – fu condannato a 50 anni di prigione per pedoponografia, mentre l’arcivescovo Finn fu condannato a due anni di libertà vigilata per non aver denunciato il fatto.

La diocesi ha dovuto anche pagare 1,8 milioni di dollari di risarcimento, e successivamente un arbitro impose alla diocesi di pagare altri 1,1 milioni di euro sulla base del fatto che la diocesi aveva violato i termini di un accordo legale del 2008 in cui Finn e la diocesi si erano impegnati a denunciare i sospetti casi di abuso di minori alle forze di polizia.

Il caso, con ampia eco sui giornali, portò anche ad una petizione dei cittadini alla Santa Sede, per chiedere la rimozione di Finn. Ma anche il Vaticano non è stato a guardare.

Lo scorso settembre, un arcivescovo ha tenuto una visitazione apostolica nell’arcidiocesi di Kansas City, e si è incontrato con l’arcivescovo Finn. Secondo alcuni media locali, la visitazione apostolica aveva l’obiettivo di valutare in che modo Finn riuscisse a tenere le redini della sua diocesi. E forse il report ha mostrato la disaffezione delle persone all’arcivescovo.

Una situazione difficile, cui l’arcivescovo – probabilmente anche invitato – ha deciso di porre fine presentando la sua rinuncia all’amministrazione della diocesi.

Ti potrebbe interessare