La basilica della Sagrada Familia di Barcellona avrà la sua stella per Natale

Sono ripresi i lavori della più impegnativa opera della città e della Chiesa di Barcellona

Riprendono i lavori della Sagrada Familia
Foto: agradafamilia.org
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Prosegue il cammino spirituale e architettonico della Sagrada Familia di Barcellona,  la basilica- capolavoro immaginata da Antoni Gaudì e proseguito dopo la sua morte con i suoi progetti.

Nonostante le difficoltà da gennaio i lavoro sono ripresi per portare a compimento l’opera. 

Per Natale se tutto procede la grande torre dedicata a Maria sulla cui cima sarà una stella luminosa che si vedrà da tutta la città sarà attiva. Il 25 gennaio sono ripresi i lavori della Torre della Madre di Dio che sarà la seconda più alta del complesso, con i suoi 138 metri.

Attualmente, tutti i livelli della torre sono stati collocati e mancano solo gli elementi del terminale di 25 metri, la parte finale della torre, che saranno coronati da una stella a 12 punte illuminata.

Il tratto terminale si compone di tre parti: in ordine ascendente, si comincia dalla corona. È un elemento di pietra, alto 6 metri, che si conclude con 12 stelle forgiate che circondano la parte inferiore dell’elemento successivo.

Il fusto o lanterna corrisponde alla parte centrale ed è alto 18 metri, ha la forma geometrica di un iperboloide e finisce in tre bracci che sostengono la stella. Tutta la superficie esterna è realizzata in trencadís la ceramica a frammenti tipica di Gaudì con i toni del bianco e del blu. Quindi la stella, elemento finale della torre. Ha un diametro di 7,5 metri e 12 punte. Le facce sono di vetro ed è illuminata dall’interno.

Se le misure sanitarie lo consentiranno, in questo primo trimestre del 2021 è prevista l’installazione dei primi pannelli di pietra della corona. Nel terzo trimestre di poseranno i due pezzi grandi della lanterna e a dicembre la stella.

Il 27 gennaio è stata presentata una meditazione biblica dal vivo dalla cripta sulle torri della Sagrada Familia come simbolo della nuova Gerusalemme, guidata dal dottor Armand Puig, rettore dell'Ateneo dell'Università Sant Pacià. L'atto è stato presieduto dal vescovo Javier Vilanova, vescovo ausiliare di Barcellona.

La meditazione sulle torri si aggiunge a quelle già svolte negli anni precedenti, dedicate agli interni della navata della Basilica, alla sagrestia, alla facciata della Natività e alla facciata della Passione.

La Sagrada Familia è stata  appena riconosciuta come l'attrazione più eccezionale al mondo ("Most Remarkable Venue") dei Remarkable Venue Awards 2020.

I 42 musei e attrazioni selezionati da tutto il mondo che sono stati nominati per il premio sono stati i monumenti più popolari secondo i visitatori durante il 2020 e quelli che hanno ricevuto le recensioni e le opinioni più votate sulla piattaforma Tiqets.

La selezione finale prevede il riconoscimento in sette diverse categorie, con oltre 6.000 voti popolari ricevuti.

Lo scorso dicembre la Sagrada Familia ha ricevuto il premio nella stessa categoria a livello nazionale.

Ti potrebbe interessare