La croce di Cristo mette l'uomo di fronte alle sue colpe che cerca di non vedere

La omelia di Don Andrea Cavallini al Divin Amore

Don Andrea Cavallini
Foto: Diocesi di Roma
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Gesù dice che il momento della croce è il momento della doppia rivelazione, Dio e Uomo .

Lo ha detto Don Andrea Cavallini Direttore ufficio catechistico della diocesi di Roma ha celebrato questa sera la messa al Santuario del Divino Amore. I vescovi ausiliari sono infatti in quarantena preventiva dopo il ricovero del cardinale Vicario De Donatis.

Nella omelia della messa Cavallini ha commentato il Vangelo di oggi.

Sulla croce- ha detto-  vediamo il Padre perché spiega Gesù e sulla croce vediamo l’uomo

E’ la conversione che salva vedendo Cristo in Croce vediamo l’effetto del male che sfigura l’uomo, cosa che spesso facciamo finta di non vedere.

L’effetto del male nell’uomo si vede nella croce di Cristo e così possiamo chiedere di essere salvati

Guardando alla croce vedremo coì il nostro cuore, conosceremo il Padre e vedremo la salvezza.

 

Ti potrebbe interessare