La gentile Madonna della Misericordia del Rione Colonna di Roma

Riprende l'approfondimento dedicato alle "Madonnelle Romane". Oggi scopriamo la Madonna della Misericordia del Rione Colonna

Madonna della Misericordia, Vicolo delle Paste, Rione Colonna
Foto: Daniel Ibanez / ACI Group
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Riprende l'approfondimento dedicato alle "Madonnelle Romane", che accompagnano da secoli cittadini di Roma e turisti lungo le vie della Capitale.

"O Madonnelle" romane dei secc. XIV-XX sono state raccolte e studiate in particolare nel libro "Madonnelle romane e religiosità popolare", edito da Romana Società Editrice, in occasione della mostra mariana in San Michele a Ripa Grande del 1991. Il volume contiene 75 illustrazioni riproducenti altrettante Edicole romane scelte tra quelle di carattere devozionale, miracoloso, artistico, storico e tecnico.

Il secondo "giro" alla scoperta delle Madonnelle Romane riparte dalla Madonna della Misericordia in Via delle Paste, nel Rione Colonna. Nella Roma antica, questo rione, il terzo di Roma, accoglieva le domus dei più abbienti. 

Su una rientranza del Palazzo Borromeo è collocato l'affresco della "Madonna della Misericordia", come nota lo studioso Grioni "una gentila Madonna di tipo orientale dagli occhi a mandorla e dal profilo greco, mista a forme di maniera quattrocentesca" che a mani giunte ed il capo velato, "contempla il Figlio alla sua sinistra".

Purtroppo non vi è più traccia delle "corone di oro e argento" che si leggevano nel libro di un altro studioso, il Rufini. E non si riesce nemmeno a datare la Madonnella.

La cornice è rettangolare e a quadro, con volute nella parte inferiore, ha un timpano ad arco spezzato con al centro "una sorridente testina angelica", da cui partono ghirlande di frutta e tendaggio a cortine. Lo spazio tra la cornica e il baldacchino è decorato con un cielo stellato.

Una cosa che colpisce di questa Madonnella situata nel Rione Colonna di Roma è l'omaggio continuo di fiori freschi in piccoli vasetti. L'affresco, anche se protetto da un vetro, si presenta, purtroppo, in cattivo stato di conservazione.

Ti potrebbe interessare