La pia pratica dell'Ora Santa

La devozione fu suggerita da Gesù a Santa Margherita Maria Alacoque nel 1673

L'apparizione a Santa Margherita Maria Alacoque
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Nella devozione al Sacro Cuore di Gesù una delle pratiche più diffuse è quella dell'Ora Santa. Le Fonti storiche sull'importante devozione raccontano che quando il Cristo apparve a Santa Margherita Maria Alacocque (1647-1690) nel monastero di Paray-le-Monial alludendo alla sua Passione le disse: ”È qui che ho sofferto interiormente più che in tutto il resto della mia passione, trovandomi in un abbandono totale del cielo e della terra, carico di tutti i peccati degli uomini…E per unirti a me, nell’umile preghiera che presenterai al Padre mio in mezzo a tutte quelle angosce, tu ti alzerai tra le undici e mezzanotte, per prostrarti per un’ora, con me…”.

Le preziose rivelazioni da quel 27 dicembre 1673, giorno della prima apparizione, si susseguiranno fino alla morte della religiosa confermando l'amore al Sacro Cuore di Gesù.

Santa Margherita Maria spira il 17 ottobre 1690 nel convento nel quale visse le esperienze mistiche. Papa Benedetto XV la eleverà all'onore degli altari il 13 maggio 1920, proponendola quale modello per il Popolo di Dio.

Scopo della preghiera è quello di trascorrere un'ora del proprio tempo, uniti con il Signore.

Il cuore della pratica consiste nel voler rimanere per questo tempo in contemplazione del mistero della Passione del Cristo.

L'Ora santa è consigliabile farla nel tempo indicato dalla rivelazione ma la Chiesa ha consentito ai fedeli di potervi partecipare anche in un altro momento della giornata come ad esempio il pomeriggio. Nella Basilica del Getsemani, in Terra Santa, l'Ora Santa si celebra ogni primo giovedì del mese alle 20.30 ora locale.

Chi lo desidera e ne ha la possibilità può trovarsi in chiesa alla presenza del Santissimo Sacramento, oppure può meditare anche in un altro luogo.

Tutti, a propria discrezione, possono praticare l'Ora santa tutte le volte che lo desiderano.

Visto il gran bene che l'Ora Santa ha fatto e continua a fare alle anime il Pontefice Gregorio XVI  ha concesso l'Indulgenza Plenaria il 28 luglio 1831 ai fedeli che per un'ora rimarranno con il Signore, pregando secondo le intenzioni del Papa ed alle solite condizioni.

Dal 1829 per diffondere la lodevole devozione si è costituita la Confraternita dell’Ora Santa di Paray-Le-Monial ed il 6 aprile 1933 la Confraternita dell’Ora Santa al Getsemani ad opera della Custodia di Terra Santa.

La serva di Dio suor Maria della Passione che amò intensamente il Cristo, dedicava tutti i giorni un 'ora della propria giornata alla pia pratica.

Il Sacro Cuore di Gesù “dolce asilo di pace nelle prove della vita” - come scrive il servo di Dio padre Felice Cappello - è vicino all'umanità di tutti i tempi, lasciando la sua  presenza anche grazie a quest'ora in cui è possibile rimanere con il Cristo per la redenzione del mondo.

Ti potrebbe interessare