La Pontificia Accademia per la Vita affronta il tema dell'intelligenza artificiale

Monsignor Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita, presenta presso la Sala Stampa della Santa Sede il Workshop e l'Assemblea della Pontificia Accademia per la Vita sul tema "The good Alghoritm? Artificial Intelligence: Ethics,

Book of Abstracts
Foto: ACI stampa
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Papa Francesco, con la Lettera Humana Communitas, ha invitato la Pontificia Accademia per la Vita ad allargare i suoi orizzonti, a rivisitare il significato stesso del termine vita umana. Papa Francesco chiede all’Accademia di sviluppare la riflessione sul versante delle nuove tecnologie oggi definite emergenti e convergenti". Così Monsignor Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita,  presenta presso la Sala Stampa della Santa Sede il Workshop e l'Assemblea della Pontificia Accademia per la Vita sul tema "The good Alghoritm? Artificial Intelligence: Ethics, Law, Health" che ha luogo presso l’Aula Nuova del Sinodo in Vaticano il 26 e 27 febbraio 2020.

Il tema dell'intelligenza artificiale verrà affrontato in particolare nell'Assemblea Generale dell'Accademia e in particolare durante la giornata del 28 febbraio. Il 28 febbraio con inizio alle ore 9, nell’Auditorium di via della Conciliazione 4 si svolge l’evento pubblico intitolato "renAIssance. Per un’Intelligenza Artificiale Umanistica" con la firma della "Call" da parte del Presidente di Microsoft Brad Smith e del Vice Presidente Esecutivo di IBM John Kelly III. Intervengono inoltre il Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli ed il Direttore Generale della FAO Dongyu Qu.

"C’è bisogno di una forte ambizione morale per umanizzare la tecnica e non tecnologizzare l’umano. La Rome Call for AI Ethics non è un testo ufficiale dell’Accademia ma un documento di impegni condiviso, da noi proposto, in cui, in forma breve e sintetica, si offrono alcune linee per un’etica dell’Intelligenza Artificiale e si formulano alcuni impegni, legati fondamentalmente a tre capitoli: etica, diritto, educazione", spiega Monsignor Paglia.

L’intento della Call è dar vita a un movimento che si allarghi e coinvolga altri soggetti: istituzioni pubbliche, ONG, industrie e gruppi per produrre un indirizzo nello sviluppo e nell’utilizzo delle tecnologie derivate dall’IA. Il documento sarà disponibile venerdì, dal momento della sua firma, sul sito dedicato www.romecall.org

In occasione di questa Assemblea 2020, la 26esima dalla Fondazione (11 febbraio 1994), vengono pubblicati e consegnati agli Accademici gli Atti del 2019 che aveva per tema la "Roboetica",  La Pontificia Accademia per la Vita conta attualmente 163 Accademici: 45 Ordinari, 3 Onorari, 98 Corrispondenti, 17 Giovani Ricercatori. La nomina degli Ordinari e degli Onorari è riservata al Papa; al Consiglio Direttivo della Pontificia Accademia per la Vita spetta la nomina dei Corrispondenti e dei Giovani Accademici, per la durata di un quinquennio rinnovabile per altre due volte.

Ti potrebbe interessare