Disastro ferroviario, il vescovo Mansi: "Stasera una veglia di preghiera"

Mons. Mansi
Foto: www.andriaviva.it
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Prima, il conforto ai feriti e alle famiglie. Poi, alle 21 nel duomo di Andria, una veglia di preghiera, in attesa della celebrazione dei funerali, le cui spese saranno sostenute dalla Curia diocesana. Luigi Mansi, vescovo di Andria, racconta ad ACI Stampa come lui, la sua diocesi, i suoi parrocchiani stanno vivendo le ore dopo la tragedia. Perché è lì, nei pressi di Andria, si è consumato il disastro ferroviario che ha causato 27 morti e una cinquantina di feriti. Uno scontro frontale tra treni, all'altezza di una curva tra le stazioni di Corato e appunto Andria. 

Vescovo Mansi, qual è la situazione ad Andria in questo momento? Come si vive il giorno dopo la tragedia?

Si sta vivendo in un clima di compostezza lo straziante dolore per le tante vittime, alcune molto giovani. Da oggi e fino ai funerali il sindaco ha proclamato tre giorni di lutto cittadino. Fin da ieri i parroci delle famiglie di alcune vittime si sono fatti vicini ai parenti, io stesso ne ho salutato alcuni in serata. A tutti ho portato la vicinanza e l'affetto della Chiesa, la vicinanza e la benedizione del Papa.

Quali sono le iniziative della Diocesi di Andria subito dopo il disastro?

Questa mattina mi sono recato in ospedale per visitare i feriti presenti in Andria. A loro ho portato il conforto e la solidarietà di tutta la diocesi. Ho dato loro la benedizione del Santo Padre. Ho dato disposizione che le spese funerarie delle vittime saranno sostenute dalla Curia Diocesana. Questa sera alle 21 in Cattedrale ci sarà una veglia di preghiera della comunità diocesana che io stesso presiederò. La veglia sarà trasmessa in diretta su Tele Dehon.

In che modo le altre regioni dell’Italia posso dare un aiuto e sostenere la regione Puglia ?

Le autorità cittadine, provinciali e regionali vedo che stanno lavorando ben coordinate tra loro sul versante dei soccorsi. Le associazioni di volontariato anch'esse stanno operando con grande impegno ormai da più di 24 ore. Si possono interpellare queste associazioni: Croce Rossa, Misericordie, Protezione civile, per chiedere in che cosa si possa essere utili. Per il resto chiediamo di stare vicino alle famiglie delle vittime e ai feriti con tanta preghiera.

Ti potrebbe interessare