Le "Madonnelle Romane". "La Madonna col Bambino" di Via Baccina e al Colosseo

Le "Madonnelle Romane" accompagnano da secoli cittadini di Roma e turisti lungo le vie della Capitale. Oggi scopriamo la Madonna col Bambino di Via Baccina e di Via del Colosseo

Le due Madonnelle sul volume
Foto: "Madonnelle romane e religiosità popolare", edito da Romana Società Editrice
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Le "Madonnelle Romane" accompagnano da secoli cittadini di Roma e turisti lungo le vie della Capitale.

"O Madonnelle" romane dei secc. XIV-XX sono state raccolte e studiate in particolare nel libro "Madonnelle romane e religiosità popolare", edito da Romana Società Editrice, in occasione della mostra mariana in San Michele a Ripa Grande del 1991.

Oggi grazie al volume scopriamo la Madonna col Bambino di Via del Colosseo e di Via Baccina, entrambe fanno parte del Rione Monti di Roma, ricco di Madonnelle.

La Madonna col Bambino di Via del Colosseo rappresenta il Bambino dormiente sulle ginocchia della Vergine e che volge gli occhi al cielo. E' una pittura su tela del 700. La cornice ovale in legno, con vetro di protezione, è inserita entro una composizione in stucco con nuvole, tra le quali emergono cinque teste di cherubini: due al di sopra dell'ovale e tre al di sotto.

A sinistra secondo gli studiosi Cecchelli, Grioni e Parsi è murato un blocco di marmo di età romana recante una decorazione floreale a girali di acanto.

Un piccolo lume elettrico a bulbo poggia sulla testa di un cherubino. Lo stato di conservazione è mediocre. Nel catologo del Rufini viene descritta invece la presenza di un'antica immagine della Madonna Addolorata. Anche l'iscrizione era diversa. Lo studioso di Madonnelle Cecchelli invece menziona una cornice barocca con testine cherubiche e priva d'immagine. La Madonna e il Bambino indossano corone d'argento.

La Madonna col Bambino di Via Baccina invece secondo il Parsi fino all'inizio del secolo era adornata da una cornica lignea barocca inserita in un tabernacolo protetto da un baldacchino. Vi erano inoltre un inginocchiatoio e una acquasantiera.

L'aspetto è dimesso ma alcuni ex voto lasciano intuire che era una Madonna assai venerata. Il Rufini aveva contato ai tempi 89 cuori.

Ti potrebbe interessare