L'editoria vaticana alla Frankfurter Buchmesse

La Frankfurter Buchmesse
Foto: @cc
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Come ormai consuetudine la Libreria Editrice Vaticana partecipa alla 69ª edizione della Frankfurter Buchmesse (Francoforte, 14-18 ottobre 2015), vetrina internazionale dell’editoria. La partecipazione è accompagnata da una presenza dei Musei Vaticani e della Conferenza Episcopale Nordamericana.

La gran mole di libri in esposizione è articolata in uno stand di 110 mq² che grazie alla progettazione dell’architetto Roberto Pulitani si è trasformata in una vera e propria pinacoteca. Lo stand infatti, recuperando parte dei manufatti usati al Salone del Libro di Torino, diventa una magica galleria che al suo interno contiene le illustrazioni provenienti dai Musei di Joan Mirò, Salvador Dalì, Paul Klee, Francesca Cataldi, Georges Rouault, Vincent Van Gogh, Wassily Kandinsky, Mario Sironi, Lello Scorzelli, Marc Chagall, Ernst Ludwig Kirchner, Otto Dix, Hans Hartung, Francis Bacon, Felice Casorati, James Ensor, Maurice Denis.

La Libreria Editrice Vaticana porta il meglio della sua più recente produzione assegnando uno spazio speciale ai volumi sulla famiglia e al magistero di Papa Francesco ivi compresi tutti i discorsi pronunziati da Cuba a Filadelfia. Non mancheranno i volumi dedicati alla storia come Costantino il grande o la vita del Cardinale Casaroli ricostruita attraverso le fotografie. A questi titoli vanno aggiunti, tra l’altro, il “Diario” Conciliare di Monsignor Pericle Felici, il libro-intervista al cardinale Peter Erdő, arcivescovo di Budapest, la storia e l’attualità della Chiesa in Iraq.

Complessivamente la Libreria Editrice Vaticana porterà 400 titoli in esposizione, molti dei quali già tradotti all’estero nella speranza di farne tradurre altri ancora.

Un momento importante sarà la presentazione di un volume in edizione congiunta Libreria Editrice Vaticana-Musei Vaticani dedicato al restauro della Cappella Sistina.

 

Ti potrebbe interessare