Madonnelle romane, la Madonna della Tenerezza di Via Caetani

La Madonna della Tenerezza accompagna i passanti di Via Caetani, luogo ricco di storia

Riproduzione sul volume della Madonna della Tenerezza di Via Caetani
Foto: Volume "Le Madonnelle Romane" a cura di Monsignor Dante Balboni
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La Madonna della Tenerezza accompagna i passanti di Via Caetani. Il suo sguardo dolce e sicuro colpisce chiunque si soffermi ad amminare la Vergine con il Bambino, entrambi molto teneri, proprio come il nome che è stato attribuito all'edicola che si trova sulla facciata di palazzo Mattei.

Si narra infatti che il Cardinale Lorenzo Mattei nel 1826 fosse riconoscente alla Madonna per essere scampato ad una epidemia. E così le dedicò un edicola votiva proprio nel suo palazzo. Il dipinto, un olio su tela di forma ovale, rappresenta la Vergine con il Bambino seduto in grembo, in atteggiamento affettuoso.

La cornice in stucco è decorata con borchie stellate ed alla sommità una coroncina di rose dalla quale scendono festoni vegetali. In basso, nel dettaglio, un cartiglio tra due rami di gigli incrociati. Al centro l'invocazione che più spesso ritroviamo nelle edicole di Roma: Ave Maria.

La lanterna è a braccio in ferro battuto e il volume "Le Madonnelle Romane" a cura di Monsignor Dante Balboni attribuisce all'edicola la datazione XIX secolo. La caratteristica che si nota subito, rispetto alle altre Madonnelle, è un baldacchino alla sommità. Questo conferisce all'edicola un tono festoso, secondo lo stile barocco che caratterizza anche il palazzo.

Dal 1938 il palazzo è di proprietà dello Stato ed attualmente vi ha sede il Centro italiano di studi americani, la Biblioteca e l'Istituto di storia moderna e contemporanea. 

 

Ti potrebbe interessare