Maria Kaupas, una possibile nuova santa lituana

Nella comunità lituano americana, è conosciutissima la storia di Maria Kaupas, fondatrice delle Sorelle di San Casimiro. Si attende un miracolo per la beatificazione

La venerabile Maria Kaupas
Foto: NCR - pd
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Sempre di più, sempre meglio, sempre con amore”. Era così che Maria Kaupas usava, e su questo motto ha basato tutta la sua vita. Lei, che ha fondato le Sorelle di San Casimiro, è una santa conosciutissima nella comunità lituano-americana, molto numerosa. Si attende un miracolo per la beatificazione, ma, a contribuire alla conoscenza di questa straordinaria santa, ci ha pensato un documentario di EWTN nella serie “They might be saints” (potrebbero essere santi).

Maria Kaupas era nata con il nome di Casimira a Ramygal, nel 1880. Era una famiglia con 11 figli, molto religiosa, e lei fu imbevuta di questa cultura. Nel 1897, si traferì negli Stati Uniti su richiesta di padre Anthony Kaupas, sua fratello più grande, che le chiese una mano come “perpetua” nella parrocchia lituana di San Giuseppe a Scranton, in Pennsylvania.

Lì, Maria Kaupas scopri le difficoltà e la durezza della vita degli immigrati lituani negli Stati Uniti. E, durante i quattro anni che visse a Scranton, cominciò anche a sviluppare una certa attrazione per la vita religiosa. Decise così di entrare in convento, e venne a sapere che la comunità lituana negli Stati Uniti voleva stabilire una congregazione lituana per religiose con lo scopo di educare i giovani in un ambiente cattolico e preservare il linguaggio e i costumi lituani. Così, a Casimira fu chiesto di guidare questa nuova Congregazione.

E così fece. Ne delineò l’identità spirituale e gli diede il motto (Fortificati con una buona intenzione, dovunque sei e qualunque cosa fai, ricorda sempre: Dio è qui). Era nota per immergersi in preghiera davanti l’Eucarestia, ma era anche una donna concreta, che cominciò con l’educazione dei bambini la sua opera di miglioramento delle condizioni dei lituani negli Stati Uniti. Da Scranton, si spostò a Mount Carmel, in Pennsylvania, dove aprì nel 1908 il primo convento parrocchiale della congregazione e la scuola aggregata, che ebbe subito settanta bambini.

La scuola ebbe un tale successo che moltissimi sacerdoti lituani chiesero di stabilire conventi e scuole nelle loro parrocchie. Prima in Pennsylvania, poi a Chicago, poi in New Mexico e in altre zone degli Stati Uniti. La casa madre fu stabilita a Chicago.

Nel 1916, i vescovi di Lituania chiesero assistenza a madre Maria, chiedendole di tornare in Lituania a stabilire la sua opera anche lì. Così, nel 1920, Madre Maria partì per la Lituania con quattro delle sue consorelle, e in poche settimane attirò nuove vocazioni anche in Lituania.

Nei primi 20 anni, le Sorelle di San Casimiro si focalizzarono sull’educazione. Poi, con l’epidemia di influenza spagnola del 1918 – 1919, cominciarono anche ad aprire strutture sanitarie. Nel 1927 costruirono l’ospedale della Santa Croce, che fu aperto nel 19228.

Pochi mesi dopo dalla celebrazione del 25esimo anniversario della Congregazione, fu scoperto che Madre Maria aveva un cancro. Resistette per otto anni, mentre il cancro si diffondeva, e morì il 17 aprile 1940. Al suo funerale andarono migliaia di persone.

Benedetto XVI la ha proclamata venerabile nel 2010.

Ti potrebbe interessare