Museo dei Cappuccini: il percorso sensoriale "Frà 5 sensi" nel convento di san Barnaba

"Frà 5 sensi" è la nuova proposta del Museo dei Cappuccini di Genova e della Fraternità di San Barnaba che prenderà il via dal 9 ottobre

Locandina evento
Foto: http://www.bccgenova.it/
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Frà 5 sensi" è la nuova proposta del Museo dei Cappuccini di Genova e della Fraternità di San Barnaba che prenderà il via dal 9 ottobre. "Oggi più che mai si sente il desiderio di tornare a contatto con la natura e soprattutto d’incontrarsi per condividere nuove esperienze insieme", si legge sul sito ufficiale del Museo dei Cappuccini di Genova.

"Il Museo dei Cappuccini e la Fraternità di San Barnaba hanno pensato di partire dal concetto di museo diffuso utilizzando luoghi in cui la comunità possa sentirsi parte integrante della storia locale e vicina al carisma dei frati Cappuccini. Vogliamo proporre l’idea di un museo vivo, offrendo un percorso che rigeneri i sensi attraverso la contemplazione della bellezza e della natura",si legge sul sito dei cappuccini.

Il Convento di San Barnaba ha senza dubbio un fascino indiscutibile: è circondato dalla città, un tempo lontana, rimanendo comunque un’oasi di pace grazie anche al bellissimo parco-giardino. La sua storia affonda le radici nel XIII secolo.

Ma come è strutturato il percorso "Frà 5 sensi"? Il visitatore dovrà attivare i cinque sensi in ambienti conventuali "dall’indescrivibile bellezza". La visita si articola in nove momenti con cinque tappe sensoriali: si toccherà con mano la povertà cappuccina; si ascolterà il suono del silenzio; si annuserà il “giardino dei semplici”; percepiremo l’essenza degli spazi e gusteremo letteralmente “ciò che passa il convento”. Insomma, come si legge sempre sul sito, si potrà avere "un vero momento di pace".

La storia del Museo dei Cappuccini affonda le sue radici nel “vecchio” Museo di Vita Cappuccina fondato da padre Cassiano da Langasco nel 1978. Padre Cassiano cercò di rappresentare il suo ideale di “vita cappuccina” in questa raccolta di manufatti, documenti e testimonianze relative al costume, all’arredamento, allo svolgersi della vita quotidiana dei conventi. Nel 2004 la Provincia di Genova dei Frati Minori Cappuccini ha deciso, tenendo fede all’idea di padre Cassiano, di ammodernare la struttura trasformandola in un museo in continua evoluzione.

Per info http://www.bccgenova.it/

Ti potrebbe interessare