Nel cuore del Papa il popolo del Burundi

Il Papa prega il Regina Coeli
Foto: CTV
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Una preghiera particolare per il popolo del Burundi “che sta vivendo un momento delicato” perché “ il Signore aiuti tutti a fuggire la violenza e ad agire responsabilmente per il bene del Paese.” Il Papa l’ha elevata al termine della Messa di canonizzazione celebrata in Piazza San Pietro e prima della recita del Regina Coeli.

Nelle brevi parole di riflessione Francesco ha ringraziato le delegazioni di Palestina, Francia, Italia, Israele e Giordania e le figlie spirituali delle quattro Sante. “Per loro intercessione- ha detto il Papa- il Signore conceda un nuovo impulso missionario ai rispettivi Paesi di origine. Ispirandosi al loro esempio di misericordia, di carità e di riconciliazione, i cristiani di queste terre guardino con speranza al futuro, proseguendo nel cammino della solidarietà e della convivenza fraterna.”

Diversi i gruppi di fedeli di varie diocesi, da Genova come da Olomuc nella Repubblica Ceca dove nel santuario di Svaty Kopećek, i fedeli “ricordano il ventennale della visita di san Giovanni Paolo II.”

Un saluto speciale a Venezia dove ieri  è stato proclamato beato il sacerdote Luigi Caburlotto, parroco, educatore e fondatore delle Figlie di San Giuseppe. Rendiamo grazie a Dio per questo esemplare Pastore, che condusse un’intensa vita spirituale e apostolica, tutto dedito al bene delle anime” ha detto il Papa.

Al termine della Messa il Papa si è soffermato a salutare i presenti nella piazza.

Ti potrebbe interessare