Oggi a Taizé il ricordo di frère Roger, a dieci anni dalla morte

Frère Roger, fondatore della Comunità di Taizé
Foto: Wikipedia
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Oggi, alle ore 16, la Comunità di Taizé invita a pregare in memoria frère Roger. Tutti i rappresentanti della Comunità sparsi nel mondo si sono dati appuntamento nella casa madre, per ricordare il fondatore, a dieci anni dalla scomparsa. E oggi, per l’occasione, saranno in terra francese anche i rappresentanti di altre religioni e giovani di tutti i continenti.

Tra i rappresentanti delle Chiese cristiane, hanno annunciato la loro presenza il cardinale Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per l’unità, come rappresentante del Papa; il segretario generale del Consiglio ecumenico delle Chiese, rev. Olav Fykse Tveit; il metropolita Emmanuel, vice presidente della Conferenza delle Chiese europee; il pastore François Clavairoly, presidente della Federazione protestante di Francia; il cardinale Laurent Monsengwo Pasinya, arcivescovo di Kinshasa; monsignor Georges Pontier, arcivescovo di Marseille, presidente della Conferenza episcopale di Francia, e i vescovi di Autun, Strasburgo e Oran, Algeria.

Sono tre gli anniversari importanti per la Comunità di Taizé, che giungono proprio in questi mesi. Il 12 maggio, frère Roger, il fondatore, avrebbe compiuto 100 anni e oggi, 16 agosto sarà il 10° anniversario della sua morte.

Inoltre quest’anno si celebra il 75° anniversario della fondazione della comunità. Il culmine delle celebrazioni termina oggi, ma il calendario degli eventi è cominciato lo scorso 9 agosto, con il “raduno per una nuova solidarietà” rivolto in particolare ai ragazzi tra i 18 e i 35.

Il programma ha previsto, dopo la preghiera del mattino, una meditazione guidata da un frère sul trittico “gioia, semplicità, misericordia”.

Da domenica 30 agosto a domenica 6 settembre, inoltre, si terrà un seminario internazionale sul contributo di frère Roger al pensiero teologico. Questo incontro è rivolto a giovani teologi e teologhe fino a 40 anni: studenti di teologia, ricercatori o impegnati da anni in un ministero della Chiesa.

Ti potrebbe interessare